Serenoa repens. Interazioni con farmaci

Le interazioni con quest’erba medicinale sono tuttora incerte. Dato che la serenoa repens e gli inibitori della 5-alfa-reduttasi (dutasteride, finasteride) hanno un simile meccanismo d’azione, si potrebbe osservare un effetto esagerato di questi ultimi quando assunti assieme alla serenoa repens. Si raccomanda quindi di evitarne l’associazione. Inoltre, l’azione degli androgeni può essere antagonizzata dalla serenoa repens; sarebbe illogico che i pazienti in terapia con androgeni assumano questo supplemento (1). Leggi di più a proposito di Serenoa repens. Interazioni con farmaci

Tabacco. Interazioni farmacologiche

Il tabacco è costituito dalle foglie essiccate e fermentate di Nicotiana tabacum che vengono utilizzate a scopo voluttuario principalmente attraverso il fumo (1). Responsabile degli effetti farmacologici del tabacco è la nicotina, un alcaloide liquido a nucleo piridinico che agisce da agonista a livello dei recettori nicotinici per l’acetilcolina. La sostanza, secondo la dose, esercita a livello nervoso un effetto bifasico: Leggi di più a proposito di Tabacco. Interazioni farmacologiche

Trifoglio. Interazioni farmacologiche.

Il trifoglio (Trifolium pratense) è stato utilizzato nella medicina tradizionale per il trattamento di patologie cutanee croniche, della menopausa, della tosse e di altri disturbi respiratori (1-3). I suoi estratti contengono svariati composti volatili quali alcol benzilico, salicilato di metile ed antranilato di metile; isoflavoni; glucosidi cianogenici e cumarine, ai quali è possibile attribuire alcuni degli effetti sopra citati (1-3).
Per la presenza di composti cumarinici, il trifoglio può aumentare il rischio emorragico dei FANS e del warfarin (4). Leggi di più a proposito di Trifoglio. Interazioni farmacologiche.