Linee guida di integrazione per gli sportivi Parte terza

Carnitina, creatina e proteine. Si conclude il nostro breve viaggio all’interno dell’integrazione nello sport.

La carnitina trasporta gli acidi grassi all’interno delle cellule dove vengono convertiti in energia. È contenuta principalmente negli organismi di origine animale come carne e formaggi. In campo medico si sfruttano le sue proprietà vaso e cardio protettrici. La supplementazione in campo sportivo è utile soprattutto per aumentare la capacità energetica, anche se la sua effettiva efficacia non è ancora stata del tutto dimostrata. Generalmente se ne assume 1 grammo un’ora circa prima dell’attività. Leggi di più a proposito di Linee guida di integrazione per gli sportivi Parte terza

Farmaci on line. Attenzione a quelli per gli sportivi

Il mondo degli sportivi spesso usa prodotti per migliorare le prestazioni fisiche, ma non è tutto oro quello che luccica, anzi. Secondo un’indagine condotta da Ryan Van Wagoner, dello Sports Medicine Research and Testing Laboratory di Salt Lake City, USA (1), solo nel 41% dei prodotti la quantità di principio attivo corrispondeva a quella indicata sull’etichetta, mentre per la grande maggioranza non vi era corrispondenza, o contenevano principi non elencati in etichetta o, addirittura, non c’era nessun principio attivo; in alcuni, è stato trovato un farmaco antitumorale. Leggi di più a proposito di Farmaci on line. Attenzione a quelli per gli sportivi

Il Decreto Balduzzi sulla attività sportiva, da ludico motoria ad agonistica

Le varie tipologie di certificato medico interessate dal Decreto Balduzzi, quali sono? Ad oggi sono riconducibili a tre distinte categorie: il certificato medico non agonistico, quello per attività ludico-motoria e quello per le attività sportive ad elevato impegno cardiovascolare. Leggi di più a proposito di Il Decreto Balduzzi sulla attività sportiva, da ludico motoria ad agonistica

Servono gli integratori alimentari a chi fa Sport?

Nel vasto settore degli integratori alimentari (in Italia il giro di affari nel 2012 è stato di circa 1,9 miliardi di euro l’anno) una larga fetta è occupata proprio dagli integratori sportivi, principalmente “energetici”, a base di aminoacidi (proteine), vitamine e sali minerali. Questi prodotti sono venduti liberamente in farmacie, erboristerie, negozi sportivi e su internet e sono soggetti a una pubblicità spesso ingannevole che collega direttamente il loro impiego alla possibilità di ottenere massimi risultati nello sport. Leggi di più a proposito di Servono gli integratori alimentari a chi fa Sport?

Fabbisogno proteico per sportivi

Contrariamente alle posizioni di molte figure professionali legate alla nutrizione, la dose giornaliera raccomandata (RDA) obbligatoria non è mai stata intesa a soddisfare le richieste delle persone attive, non solo atleti o agonisti, ma anche semplicemente sportivi o persone dallo stile di vita attivo. Ancora oggi molti dietologi sostengono che l’RDA per le proteine (0,8 g/kg di peso o 56 g di proteine per un uomo di 70 kg) sia sufficiente per chiunque, e che nessuno studio avrebbe mostrato che un maggiore apporto proteico favorirebbe una maggiore crescita muscolare. In realtà la letteratura scientifica su questo argomento mostra una realtà ben diversa. Leggi di più a proposito di Fabbisogno proteico per sportivi

Salute e Sport: il mercato milionario degli Isotonici

In Italia ci sono circa 16 milioni di persone che praticano attività sportiva in maniera continuativa, ed altri 23 milioni in modo discontinuo, ma si sentono comunque sportivi; 32 milioni si dichiarano interessati allo mondo dello sport mentre ben oltre 9 milioni sono gli iscritti a società sportive. Il mercato italiano degli sport drinks ha un fatturato complessivo, nella grande distribuzione, che sfiora i 60 milioni di Euro, 56 dei quali sono generati dal segmento degli integratori salini liquidi. Leggi di più a proposito di Salute e Sport: il mercato milionario degli Isotonici