ITALIA – Etichette, parte obbligo di indicare origine dei derivati del pomodoro

Carta d’identita’ ben precisa dall’aprile 2018 per conserve e concentrato, sughi e salse composti almeno per il 50% da derivati del pomodoro. A dettare le nuove condizioni commerciali e’ l’entrata in vigore dell’obbligo di indicazione in etichetta dell’origine dei derivati del pomodoro attraverso un decreto interministeriale pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 26 febbraio.  Leggi di più a proposito di ITALIA – Etichette, parte obbligo di indicare origine dei derivati del pomodoro

U.E. – Centro contro frodi alimentari inaugurato dalla Commissione

Per rispondere alle preoccupazioni dei consumatori circa la qualita’ degli alimenti e le pratiche fraudolente in campo alimentare, la Commissione europea inaugura domani un centro di conoscenze sulle frodi alimentari e la qualita’ degli alimenti che sara’ gestito dal Centro comune di ricerca. Il centro di conoscenze, una rete formata da esperti reclutati all’interno e all’esterno della Commissione, offrira’ il proprio sostegno ai responsabili politici e alle autorita’ nazionali dell’UE mettendo a disposizione e condividendo i piu’ recenti dati scientifici nel settore delle frodi alimentari e della qualita’ degli alimenti. Leggi di più a proposito di U.E. – Centro contro frodi alimentari inaugurato dalla Commissione

Ogni minuto un bambino muore per patologie legate all’acqua

Tra le principali cause di mortalità infantile vi sono malattie contratte attraverso l’acqua, uno scarso accesso a questa preziosa risorsa e servizi igienico-sanitari inadeguati. A denunciarlo, alla vigilia della Giornata mondiale dell’acqua, è Save the Children. Se a livello globale quasi 1 persona su 3 (2,1 miliardi) non ha accesso ad acqua sicura e 1 […]

U.E. – Centro contro frodi alimentari inaugurato dalla Commissione

Per rispondere alle preoccupazioni dei consumatori circa la qualita’ degli alimenti e le pratiche fraudolente in campo alimentare, la Commissione europea inaugura domani un centro di conoscenze sulle frodi alimentari e la qualita’ degli alimenti che sara’ gestito dal Centro comune di ricerca. Il centro di conoscenze, una rete formata da esperti reclutati all’interno e all’esterno della Commissione, offrira’ il proprio sostegno ai responsabili politici e alle autorita’ nazionali dell’UE mettendo a disposizione e condividendo i piu’ recenti dati scientifici nel settore delle frodi alimentari e della qualita’ degli alimenti. Leggi di più a proposito di U.E. – Centro contro frodi alimentari inaugurato dalla Commissione

Parere scientifico UE: Resistenza antimicrobica e consumo di antimicrobici: Valutare progressi riduzione

Una serie di indicatori aiuterà gli Stati membri dell’Unione europea (UE) a valutare i loro progressi nella riduzione dell’uso di antimicrobici e nella lotta alla resistenza antimicrobica. Questi indicatori sono stati stabiliti dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare, dall’Agenzia europea per i medicinali e dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie, su richiesta della Commissione europea. Leggi di più a proposito di Parere scientifico UE: Resistenza antimicrobica e consumo di antimicrobici: Valutare progressi riduzione

Trade Control and Expert System

Entra in funzione il sistema europeo di certificazione elettronica dei prodotti biologici. Si chiama Traces. Per un periodo transitorio di sei mesi, il sistema cartaceo e quello elettronico coesisteranno; dal 19 ottobre 2017 le importazioni biologiche saranno coperte solo dalla certificazione elettronica. Il nuovo sistema Traces (Trade Control and Expert System) per i cibi biologici è stato introdotto dal Regolamento europeo 2016/1842, dopo che un’indagine della Corte dei conti europea del 2012 sul sistema di controllo della produzione, trasformazione, distribuzione e importazione di prodotti biologici, Leggi di più a proposito di Trade Control and Expert System

Bisfenolo A. Per l’Europa e’ estremamente preoccupante

L’Agenzia europea dei prodotti chimici (ECHA) ha annunciato, venerdi’ 16 giugno, l’iscrizione del bisfenolo A (BPA) nella lista delle sostanze “estremamente preoccupanti” (“substance of very high concern”, SVHC), per le sue proprieta’ di perturbazione endocrina, “all’origine probabile di effetti gravi sulla salute umana, sollevando un livello equivalente di preoccupazione alle sostanze cancerogene, mutagene o tossiche per la riproduzione” -cioe’ che compromettono la fertilita’ o lo sviluppo del bambino che deve nascere. Il BPA e’ una sostanza di sintesi utilizzata in alcune plastiche rigide, resine, etc.. Leggi di più a proposito di Bisfenolo A. Per l’Europa e’ estremamente preoccupante

Italia, Additivi alimentari: La Curcumina (E100)

Curcumina, ovvero E100, secondo la classificazione europea degli additivi alimentari. E’ un colorante giallo-arancione, estratto con solventi da una pianta asiatica, la Curcuma longa, che viene usato per una quantita’ notevole di prodotti alimentari quali quelli da forno, gelati, minestre confezionate, formaggi, margarina, ecc. E’ utilizzata anche come spezia. Cosa c’e’ che non va? Leggi di più a proposito di Italia, Additivi alimentari: La Curcumina (E100)

Corte Ue, Il consumo di glucosio non va incoraggiato.

La società tedesca Dextro Energy fabbrica prodotti alimentari con differenti formati, composti quasi interamente da glucosio, destinati al mercato tedesco e a quello europeo. Il cubo classico si compone di otto tavolette di glucosio da sei grammi ciascuna.
Nel 2011, la Dextro Energy aveva richiesto l’autorizzazione ad utilizzare le seguenti indicazioni sulla salute: «il glucosio è metabolizzato nell’ambito del normale metabolismo energetico corporeo», «l glucosio sostiene l’attività fisica», «il glucosio contribuisce al normale funzionamento del metabolismo energetico», «il glucosio contribuisce al normale metabolismo energetico nel corso dell’attività fisica» e «il glucosio contribuisce alla normale funzione muscolare». Leggi di più a proposito di Corte Ue, Il consumo di glucosio non va incoraggiato.

Asl Toscana Centro. Cibi crudi in tavola, ma senza rischi per la salute

“Nella stagione estiva è piacevole consumare alimenti crudi come tartare, sushi, insalate e carpacci ma è sempre bene seguire alcune precauzioni per un consumo ‘sicuro’ e per non mettere a rischio la nostra salute”. E’ la raccomandazione del dottor Stefano Cantini, direttore dell’area aziendale sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare. Leggi di più a proposito di Asl Toscana Centro. Cibi crudi in tavola, ma senza rischi per la salute