Precisazioni AIFA sui medicinali biosimilari

Con riferimento ad alcune notizie recentemente apparse sugli organi di stampa, l’AIFA intende fornire alcune precisazioni sui medicinali biosimilari. L’approvazione dei medicinali biosimilari segue elevati standard di qualità, sicurezza ed efficacia, così come previsto per tutti i medicinali biologici approvati nell’Unione Europea. Le evidenze ad oggi disponibili provenienti da studi clinici e dall’esperienza acquisita nel corso di oltre 10 anni di pratica clinica supportano l’equivalenza dei biosimilari, in termini di qualità, efficacia e sicurezza, rispetto ai prodotti di riferimento. Leggi di più a proposito di Precisazioni AIFA sui medicinali biosimilari

Paidocosmesi

La paidocosmesi (dal greco paidos fanciullo) è la cosmesi per bambini. Intendendo in questo caso per cosmesi non i prodotti di bellezza ma tutto quello che riguarda la cura della pelle nei primi anni di vita. La pelle è formata da tre strati principali: epidermide, derma, ipoderma. In generale, la pelle del bambino, soprattutto nei primi tre anni di vita, ha caratteristiche diverse da quella dell’adulto. In particolare, è più sottile, ha maggiori difficoltà a trattenere acqua, ha un ph neutro o leggermente acido, ha un minor contenuto di melanina, film idrolipidico scarsamente sviluppato, poca produzione sebacea. Leggi di più a proposito di Paidocosmesi

MONDO – Come nutrire 10 miliardi di persone restando entro i limiti planetari

Secondo lo studio “Options for keeping the food system within environmental limits”, pubblicato su Nature da un folto team internazionale di ricercatori, «Per nutrire 10 miliardi di persone in modo sostenibile entro il 2050, è necessario uno spostamento globale verso diete sane e con più vegetali, dimezzare le perdite e gli sprechi alimentari e migliorare le pratiche e le tecnologie agricole. Adottare queste opzioni riduce il rischio di oltrepassare i limiti ambientali globali legati al cambiamento climatico, all’utilizzo dei terreni agricoli, all’estrazione delle risorse di acqua dolce e all’inquinamento degli ecosistemi attraverso la sovra-applicazione di fertilizzanti». Leggi di più a proposito di MONDO – Come nutrire 10 miliardi di persone restando entro i limiti planetari

U.E. – Overdose droga. Come prevenire. Rapporto Emcdda

Più di 9000 persone sono state dichiarate perse a causa di overdose di droga in Europa (28 Stati membri dell’UE, Turchia e Norvegia) nel 2016, l’ultimo anno di riferimento, e si tratta di una sottostima. Ridurre i decessi correlati alle droghe rimane quindi una sfida importante per la politica di sanità pubblica. Questa analisi descrive alcuni dei fattori che aumentano il rischio di overdose fatali e non fatali e una serie di interventi sviluppati per prevenire questi eventi. Leggi di più a proposito di U.E. – Overdose droga. Come prevenire. Rapporto Emcdda

Uso della Valeriana officinalis nei disturbi del sonno

L’insonnia è un problema di salute molto diffuso nella popolazione generale. In genere, tale disturbo viene trattato con farmaci di sintesi quali le benzodiazepine o altri ipnotici non benzodiazepinici.
La Valeriana officinalis rappresenta un’alternativa terapeutica con un profilo di sicurezza buono. L’effetto sedativo e ipnoinducente della Valeriana officinalis è noto in Europa sin dal 18° secolo. La sua azione sembra essere determinata da un effetto di inibizione sui neuroni del sistema nervoso simpatico, mediata dal neurotrasmettitore GABA. Leggi di più a proposito di Uso della Valeriana officinalis nei disturbi del sonno

Interazioni tra erbe e farmaci: Vitamina E

La vitamina E (alfa tocoferolo) viene utilizzata come integratore alimentare nel trattamento e nella profilassi degli stati carenziali, più frequenti nei bambini affetti da fibrosi cistica ed atresia biliare e nelle sindromi da malassorbimento. Utilizzata come antiossidante è ritenuta utile anche in patologie degenerative (demenza, malattia di Alzheimer e di Parkinson), nella profilassi dell’ischemia cardiaca nei pazienti ipercolesterolemici, nelle distrofie muscolari, nella prevenzione delle neoplasie e nella discinesia tardiva indotta da antipsicotici, nella abetalipoproteinemia, nell’acantocitosi, nelle malattie epatobiliari ed intestinali. Leggi di più a proposito di Interazioni tra erbe e farmaci: Vitamina E

Valeriana. Interazioni con farmaci

La valeriana (Valeriana officinalis) viene comunemente utilizzata per il trattamento dell’insonnia e come spasmolitico a livello gastrointestinale. Applicazioni di minore importanza comprendono il trattamento dei crampi muscolari e uterini, della cefalea e l’utilizzo come carminativo a livello gastrointestinale. L’effetto sedativo è dovuto ai valepotriati, principi attivi presenti nell’olio essenziale, che inducono un rilascio dose dipendente del GABA ed un’inibizione dell’enzima che metabolizza tale neurotrasmettitore (1-3). Leggi di più a proposito di Valeriana. Interazioni con farmaci

RESO DEL PANE NEI SUPERMARKET: AVVIATE SEI ISTRUTTORIE

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha aperto sei istruttorie nei confronti dei principali operatori nazionali nel settore della Grande Distribuzione Organizzata (Coop Italia, Conad, Esselunga, Eurospin, Auchan e Carrefour) per verificare una presunta pratica sleale a danno delle imprese di panificazione. I procedimenti, avviati su segnalazione della principale associazione nazionale di panificatori, Assipan-Confcommercio Imprese per l’Italia, sono volti ad accertare eventuali violazioni dell’art. 62 del decreto legge n. 1/2012 che regola le relazioni commerciali nella filiera agro-alimentare. Leggi di più a proposito di RESO DEL PANE NEI SUPERMARKET: AVVIATE SEI ISTRUTTORIE

[Ciclismo e Sport] Segni del sovrallenamento: Febbre dopo corsa

L’uomo è dotato di un centro di termoregolazione (nell’ipotalamo) che ha l’obbiettivo di mantenere costante la termodispersione ed i meccanismi di termogenesi. In pratica il corpo umano dispone di un sofisticato termostato che ha lo scopo di mantenere la temperatura corporea stabile attorno ai 37 °C. Cosa accade quando si ha un allenamento eccessivo da Sport? Leggi di più a proposito di [Ciclismo e Sport] Segni del sovrallenamento: Febbre dopo corsa

I cibi che macchiano i nostri denti

Alcuni alimenti, a causa della loro composizione, sono dannosi per lo smalto, come caffè e tè. Lo stesso accade con il vino, specialmente i vini rossi, compreso i vini bianchi. Idem anche bevande zuccherate e frizzanti, in particolare cola, che sono le più dannose. Qualcosa di simile accade con bevande e salse che contengono pigmenti forti e succo di more o mirtilli, in quanto possono far diventare i denti grigi. Lo stesso accade con la salsa di soia, anche se tutto questo può essere evitato lavando i denti. Leggi di più a proposito di I cibi che macchiano i nostri denti