“Metabolismo basale: cos’è e da cosa è influenzato”

Il metabolismo basale (BMR, dall’inglese Basal Metabolic Rate), è definito come il dispendio energetico, espresso in chilocalorie (KCal), di un individuo quando sono presenti delle condizioni “basali” ovvero: l’individuo deve presentarsi in stato di veglia, ma a riposo, deve essere a digiuno da almeno 12 ore, non deve aver praticato attività fisica nell’ora precedente la misurazione ne devono essere presenti al momento della misurazioni fattori di eccitazione fisica o mentale che potrebbero alterare la misurazione. Leggi di più a proposito di “Metabolismo basale: cos’è e da cosa è influenzato”

“Pompelmo: un importante alleato durante l’inverno, ma attenzione all’interazione con i farmaci

La Food and Drug Administration (FDA) ha pubblicato un articolo per ricordare ai consumatori che il succo di pompelmo può interagire con alcuni farmaci. Il succo di pompelmo è in grado di interferire con l’assunzione di farmaci attraverso due meccanismi completamente opposti tra loro. La severità dell’interazione dipende dall’individuo, dal farmaco e dalla quantità di succo bevuto. Leggi di più a proposito di “Pompelmo: un importante alleato durante l’inverno, ma attenzione all’interazione con i farmaci

U.E. – Plastiche monouso. Parlamento Europeo: entro 2021

Il Parlamento europeo ha approvato il divieto al consumo nell’Unione di alcuni prodotti in plastica monouso, che costituiscono il 70% dei rifiuti marini, per un totale di 150 milioni di tonnellate nei nostri oceani. Ogni anno, la Commissione europea stima che tra le 4,8 e le 12,8 tonnellate finiscano in mare ogni anno. La nuova normativa, se approvata in via definitiva, vietera’ a partire dal 2021 la vendita all’interno dell’Ue di articoli in plastica monouso, come posate, bastoncini cotonati, piatti, cannucce, miscelatori per bevande e bastoncini per palloncini. Leggi di più a proposito di U.E. – Plastiche monouso. Parlamento Europeo: entro 2021

Interazioni tra erbe e farmaci: Vitamina E

La vitamina E (alfa tocoferolo) viene utilizzata come integratore alimentare nel trattamento e nella profilassi degli stati carenziali, più frequenti nei bambini affetti da fibrosi cistica ed atresia biliare e nelle sindromi da malassorbimento. Utilizzata come antiossidante è ritenuta utile anche in patologie degenerative (demenza, malattia di Alzheimer e di Parkinson), nella profilassi dell’ischemia cardiaca nei pazienti ipercolesterolemici, nelle distrofie muscolari, nella prevenzione delle neoplasie e nella discinesia tardiva indotta da antipsicotici, nella abetalipoproteinemia, nell’acantocitosi, nelle malattie epatobiliari ed intestinali. Leggi di più a proposito di Interazioni tra erbe e farmaci: Vitamina E

La vitamina C

La vitamina C, o acido ascorbico, si presenta sotto forma di polvere bianca, molto solubile in acqua. Viene assorbita principalmente attraverso l’intestino e viene facilmente eliminata con le urine. L’RDA, cioè la quantità stimata giornaliera necessaria per mantenere l’organismo in buona salute, in un adulto, è compresa fra i 60 e i 90 mg. Aumenta in gravidanza e allattamento e nei fumatori. Diminuisce nella prima infanzia e nella vecchiaia. Leggi di più a proposito di La vitamina C

[Ciclismo e Sport] Segni del sovrallenamento: Febbre dopo corsa

L’uomo è dotato di un centro di termoregolazione (nell’ipotalamo) che ha l’obbiettivo di mantenere costante la termodispersione ed i meccanismi di termogenesi. In pratica il corpo umano dispone di un sofisticato termostato che ha lo scopo di mantenere la temperatura corporea stabile attorno ai 37 °C. Cosa accade quando si ha un allenamento eccessivo da Sport? Leggi di più a proposito di [Ciclismo e Sport] Segni del sovrallenamento: Febbre dopo corsa

FITOTERAPIA: ASTENIA E AFFATICAMENTO

L’inverno ci ha messo a dura prova: freddo, sbalzi di temperatura, contatto con agenti patogeni, intensa attività fisica e mentale, periodi di malattia hanno indebolito il nostro organismo che, nel lasciarsi alle spalle la stagione fredda, si sente stanco e debilitato. Spesso può essere necessario l’aiuto fitoterapico di un integratore naturale per superare momenti di astenia, stanchezza e affaticamento psicofisico che, in genere, si presentano, specie in bambini e anziani, in concomitanza dei cambi di stagione, quando l’equilibrio globale dell’individuo risente dei mutamenti legati all’ambiente esterno e, sovente, è soggetto a stati di inappetenza che contribuiscono ulteriormente al depauperamento energetico. Leggi di più a proposito di FITOTERAPIA: ASTENIA E AFFATICAMENTO

Linee guida di integrazione per gli sportivi Parte terza

Carnitina, creatina e proteine. Si conclude il nostro breve viaggio all’interno dell’integrazione nello sport.

La carnitina trasporta gli acidi grassi all’interno delle cellule dove vengono convertiti in energia. È contenuta principalmente negli organismi di origine animale come carne e formaggi. In campo medico si sfruttano le sue proprietà vaso e cardio protettrici. La supplementazione in campo sportivo è utile soprattutto per aumentare la capacità energetica, anche se la sua effettiva efficacia non è ancora stata del tutto dimostrata. Generalmente se ne assume 1 grammo un’ora circa prima dell’attività. Leggi di più a proposito di Linee guida di integrazione per gli sportivi Parte terza

Frullati disintossicanti a basso contenuto calorico

Fumi? Bevi abbastanza alcol? Consumate abbastanza grassi, zucchero, sale e cibi lavorati? Bene, se la risposta a una (o tutte) queste domande è sì, non sarebbe affatto male – o piuttosto, sarebbe necessario prendersi cura della propria salute – che si inizia a preparare gustosi frullati disintossicanti per purificare il corpo. Vi proponiamo diverse ricette di frullaggio disintossicante a basso contenuto calorico per eliminare le tossine e purificare il corpo dall’interno, e allo stesso tempo sfruttare le abbondanti vitamine e minerali che forniscono. E non dimenticare che puoi berli anche se sei a dieta! Sono davvero molto bassi di calorie . Leggi di più a proposito di Frullati disintossicanti a basso contenuto calorico

Cibo per tonificare l’addome e altri consigli

La dieta è la chiave per mostrare un addome tonico , non solo gli esercizi cardiovascolari e localizzati possono aiutarci nel compito di uno stomaco piatto; La scelta dei cibi giusti è fondamentale . Quando si segue una dieta per tonificare l’ addome , è necessario mantenere un programma, motivo per cui nel corso della giornata vengono consumate più porzioni ma di piccole dimensioni. L’ideale è mantenere orari definiti come colazione alle 08:00, merenda mezza mattina alle 11:00, pranzo alle 13:00, merenda pomeridiana alle 16:00, merenda alle 18:00 : 00 ore e cena alle 8:00 pm. Leggi di più a proposito di Cibo per tonificare l’addome e altri consigli