Parlamento europeo, I disastri della coltivazione dell’olio di palma

I principali Paesi produttori che hanno sacrificato il loro ambiente a questa monocultura devastatrice è l’Europa, che ne e’ il secondo piu’ grande importatore con 7 milioni di tonnellate all’anno. L’agricoltura industriale e’ responsabile del 73% della deforestazione mondiale, ben lungi dalla gestione dei boschi, che sia legale o meno. Ma la conversione delle terre in piantagioni di palme da olio e’ la sola all’origine del 40% delle perdite delle foreste naturali intorno al Pianeta, riducendo all’osso il territorio di vita di numerose specie, in modo particolare in Asia e in America Latina. Ben lontano dagli occhi dei consumatori occidentali. Leggi di più a proposito di Parlamento europeo, I disastri della coltivazione dell’olio di palma

Salute, evitiamo prodotti con Mono e Digliceridi degli acidi grassi

palm_oil_no_thankLe etichette dei prodotti non sono facilmente comprensibili e sono molti i consumatori che non hanno una minima conoscenza del mondo dell’industria alimentare, e dei tanti additivi utilizzati. Prendiamo in esame gli EMULSIONANTI, in particolare i Mono e Digliceridi degli acidi grassi. Che cosa sono ed a che servono ? Di consueto si nascondono dietro a sigle come E471, E472. La loro funzione è quella di stabilizzare e omogenizzare sostanze che non si mescolano fra loro, per mantenere la morbidezza del prodotto o aumentarne il volume. Si possono trovare in prodotti da forno, gelati, chewingum, cioccolato, prodotti di pasticceria e margarine. Ed ora viene l’orrido. Come sono ottenuti questi grassi? Leggi di più a proposito di Salute, evitiamo prodotti con Mono e Digliceridi degli acidi grassi

UE, Studio sui Biocarburanti: dubbi sui benefici

Continuano i dubbi sui veri benefici dei biocarburanti. Una ricerca attuale ribadisce che aumentare le coltivazioni di piante convertibili in biocarburanti danneggia il clima più delle fonti d’energia fossili che dovrebbero sostituire, giacché comporta il rilascio nell’atmosfera di milioni di tonnellate di Co2 in più. Il settimanale tedesco Der Spiegel riferisce che nove grandi associazioni ecologiste hanno commentato il nuovo studio dell’Istituto londinese per la politica europea dell’ambiente (IEEP) e hanno concluso che potenziare l’uso dei carburanti bio in Europa farebbe aumentare le emissioni di Co2: per produrli bisogna infatti trasformare in terreno agricolo enormi superfici di terra incolta. Leggi di più a proposito di UE, Studio sui Biocarburanti: dubbi sui benefici