Uso della Valeriana officinalis nei disturbi del sonno

L’insonnia è un problema di salute molto diffuso nella popolazione generale. In genere, tale disturbo viene trattato con farmaci di sintesi quali le benzodiazepine o altri ipnotici non benzodiazepinici.
La Valeriana officinalis rappresenta un’alternativa terapeutica con un profilo di sicurezza buono. L’effetto sedativo e ipnoinducente della Valeriana officinalis è noto in Europa sin dal 18° secolo. La sua azione sembra essere determinata da un effetto di inibizione sui neuroni del sistema nervoso simpatico, mediata dal neurotrasmettitore GABA. Leggi di più a proposito di Uso della Valeriana officinalis nei disturbi del sonno

INTEGRATORI NATURALI: MEMORIA E FITOTERAPIA

Fisiologicamente il cervello umano non è una struttura stabile che resta invariata dalla nascita alla morte: dai 20 ai 70 anni perde mediamente il dieci per cento della sua massa, quindi il nostro patrimonio di neuroni comincia precocemente a diminuire.
In ogni caso, il cervello può funzionare bene a qualsiasi età, ma è determinante farlo allenare. Spesso si pensa che il possedere una buona memoria sia una facoltà innata o che con l’aumentare dell’età ci si debba rassegnare a perderla. Due convinzioni sbagliate. Leggi di più a proposito di INTEGRATORI NATURALI: MEMORIA E FITOTERAPIA

FITOTERAPIA: ASTENIA E AFFATICAMENTO

L’inverno ci ha messo a dura prova: freddo, sbalzi di temperatura, contatto con agenti patogeni, intensa attività fisica e mentale, periodi di malattia hanno indebolito il nostro organismo che, nel lasciarsi alle spalle la stagione fredda, si sente stanco e debilitato. Spesso può essere necessario l’aiuto fitoterapico di un integratore naturale per superare momenti di astenia, stanchezza e affaticamento psicofisico che, in genere, si presentano, specie in bambini e anziani, in concomitanza dei cambi di stagione, quando l’equilibrio globale dell’individuo risente dei mutamenti legati all’ambiente esterno e, sovente, è soggetto a stati di inappetenza che contribuiscono ulteriormente al depauperamento energetico. Leggi di più a proposito di FITOTERAPIA: ASTENIA E AFFATICAMENTO

Sport per prevenire l’osteoporosi

Recenti studi sull’osteoporosi hanno dimostrato che praticare sport mentre si è giovani diminuisce drasticamente le probabilità di soffrire di questa malattia durante la vecchiaia. Leggi di più a proposito di Sport per prevenire l’osteoporosi

Esercizi per l’osteoporosi

Gli esercizi per l’osteoporosi aiutano molto a trattare i disturbi di questa malattia, che è caratterizzata dalla perdita di massa ossea, causando un indebolimento dell’osso, facilitando la comparsa di fratture, insieme a dolore e deformità. L’ osteoporosi colpisce più di 25 milioni di persone ogni anno e un fattore che condiziona il loro aspetto è la mancanza di attività fisica, dove l’allenamento di resistenza è molto utile per aumentare la densità ossea. Leggi di più a proposito di Esercizi per l’osteoporosi

Acetilcisteina o n-acetilcisteina (NAC), potente mucolitico ed antiossidante

N-acetilcisteina è il derivato acetilato dell’amminoacido solforato L-cisteina. Si presenta con un odore sulfureo ed ha la capacità di penetrare direttamente nelle cellule, raggiungendo il cervello, il fegato, i polmoni, i reni e la pelle. Questa sua peculiarità le permette di essere un importante antiossidante capace di rallentare con efficacia l’invecchiamento: di fatti risulta utile per sintetizzare il glutatione, il più importante antiossidante prodotto dal nostro organismo. Leggi di più a proposito di Acetilcisteina o n-acetilcisteina (NAC), potente mucolitico ed antiossidante

MSM (metilsulfurilmetano), lo zolfo dalle tante proprietà terapeutiche.

L’MSM è una forma di zolfo biologicamente attivo, in pratica lo zolfo organico nella sua forma naturale come si trova nel suolo, nell’atmosfera e nel mare. Si presenta sotto forma di polvere bianca inodore e fa parte dei quattro minerali di base presenti nel nostro organismo. Svolge funzioni cellulari molto importanti. Negli alimenti si trova nella frutta, nei vegetali, nella carne, nel pesce e nel latte anche se, a causa della cottura e dei trattamenti per la conservazione, questi perdono gran parte del contenuto di MSM che si riduce notevolmente. Leggi di più a proposito di MSM (metilsulfurilmetano), lo zolfo dalle tante proprietà terapeutiche.

Valori di riferimento dietetici sulla vitamina A

L’EFSA ha fissato le assunzioni di riferimento della popolazione per la vitamina A come parte della sua revisione dei pareri scientifici sui consumi di sostanze nutritive. I progetti di proposte per vitamina E, fosforo e vitamina B12 saranno aperti alla consultazione pubblica nelle prossime settimane. Il gruppo di esperti scientifici sui prodotti dietetici, l’alimentazione e le allergie (NDA) ha fissato le assunzioni giornaliere di riferimento (PRI) per la vitamina A di: Leggi di più a proposito di Valori di riferimento dietetici sulla vitamina A

Valori dietetici di riferimento: consigli su riboflavina

L’EFSA ha fissato valori dietetici di riferimento per la riboflavina (vitamina B2) come parte della sua revisione dei pareri scientifici sulle assunzioni di nutrienti. Sulla base di nuovi risultati scientifici, il gruppo di esperti scientifici sui prodotti dietetici, la nutrizione e le allergie (NDA) ha deciso di aggiornare i valori dietetici di riferimento per riboflavina stabiliti dal comitato scientifico per l’alimentazione nel 1993. Leggi di più a proposito di Valori dietetici di riferimento: consigli su riboflavina

macrobiotica

La macrobiotica è una pratica alimentare che si vuole basata sull’equilibrio tra le forze antagoniste e complementari che, secondo le antiche teorie filosofiche cinesi, governerebbero l’universo. Da tale interpretazione deriva uno specifico stile di vita, volto, secondo i suoi sostenitori, ad una maggiore “armonia con il cosmo”. Particolare rilievo assumono in tal senso le diete alimentari conseguenti, che hanno acquisito una certa popolarità anche per i loro presunti effetti benefici. Leggi di più a proposito di macrobiotica