Arnica: usi e avvertenze

L’arnica (Arnica montana) come conferma il nome latino. cresce spontanea in montagna, fra gli 800 e i 2000 metri. Fiorisce a giugno-luglio. I fiori, dal caratteristico colore giallo, ricordano quelli del girasole e costituiscono la droga, cioè la parte terapeutica della pianta. Vari i principi attivi, fra cui lattoni, flavonoidi, fitosteroli, polisaccaridi, mucillaggini e oli essenziali. L’uso principale è quello esterno contro le distorsioni e gli ematomi. Viene favorito il riassorbimento del sangue e aiutata la circolazione. L’arnica può essere utilizzata anche nelle infiammazioni della bocca sotto forma di gargarismi e colluttori, 5 gocce di tintura in un bicchiere d’acqua o camomilla. Leggi di più a proposito di Arnica: usi e avvertenze

Aceto di Mele per Verruche

Le verruche sono delle fastidiose escrescenze che interessano il palmo dei piedi o le dita delle mani. Questo problema compare quando si impianta e si riproduce nel nostro corpo il papilloma virus umano, anche conosciuto come HPV. Queste escrescenze dure al tatto non sono dolorose, ma possono risultare molto fastidiose. Le verruche sono escrescenze benigne (non tumorali) della pelle che possono svilupparsi su diverse parti del corpo e assumere varie forme. L’aceto di mele sulle verruche sfrutta il principio attivo contenuto all’interno dell’aceto stesso, cioé l’acido acetico. Questo acido è un potente antivirale ed è in grado di contrastare il papilloma virus umano. E’ questo il responsabile delle verruche.  Leggi di più a proposito di Aceto di Mele per Verruche