Alimenti cotti. Furani e danni epatici

L’esposizione dei consumatori a furano e metilfurani, nei prodotti alimentari, potrebbe causare possibili danni di lungo termine al fegato. Il furano e i relativi derivati sono contaminanti chimici che si formano naturalmente durante il trattamento termico degli alimenti, compresa la cottura. Tali sostanze sono sempre state presenti negli alimenti cotti o riscaldati. I furani si formano da una molteplicità di sostanze naturalmente presenti negli alimenti, come la vitamina C, i carboidrati, gli amminoacidi, gli acidi grassi insaturi e i carotenoidi. Leggi di più a proposito di Alimenti cotti. Furani e danni epatici

I dolcificanti che fanno aumentare di peso

Le prove scientifiche contro i dolcificanti artificiali continuano ad aumentare. Alle ricerche pubblicate negli ultimi anni si aggiungono o ra i risultati di una importante revisione di 30 studi di osservazioni pubblicati sul “Canadian Medical Association Journal” (sette dei quali sono stati condotti col metodo scientifico piu’ qualificato: RCT, randomized controlled trial -esperimento casuale controllato). La conclusione: il consumo di un prodotto, o anche di piu’, al giorno, contenente aspartane, un edulcorante ampiamente utilizzato nell’industria alimentare, puo’ provocare aumento di peso nell’ambito della cintura, nonche’ ipertensione, maggior rischio di infarto o maggiore possibilita’ di ammalarsi di diabete del tipo 2. Leggi di più a proposito di I dolcificanti che fanno aumentare di peso

Antibiotici in Europa: Italia scorretto uso

Secondo un recente rapporto di Efsa, EMA e ECDC tra i paesi europei, l’Italia è uno degli stati peggiori. Come si vede nell’infografica pubblicata dal mensile Valori riferita al triennio 2010-2012, il nostro paese è il secondo stato per uso di antibiotici in medicina con 167,5 mg/kg, peggio di noi solo la Francia (175,8 mg/kg). Leggi di più a proposito di Antibiotici in Europa: Italia scorretto uso