ITALIA – Etichette, parte obbligo di indicare origine dei derivati del pomodoro

Carta d’identita’ ben precisa dall’aprile 2018 per conserve e concentrato, sughi e salse composti almeno per il 50% da derivati del pomodoro. A dettare le nuove condizioni commerciali e’ l’entrata in vigore dell’obbligo di indicazione in etichetta dell’origine dei derivati del pomodoro attraverso un decreto interministeriale pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 26 febbraio.  Leggi di più a proposito di ITALIA – Etichette, parte obbligo di indicare origine dei derivati del pomodoro

“Prodotti Light: cosa si nasconde dietro a questa dicitura”

I prodotti Light sono ormai presenti in tutti i negozi di alimentari, sia piccola che grande distribuzione organizzata (GDO). I consumatori sono attratti dalla dicitura light, impressa sulle confezioni in grassetto e con carattere superiore alle altre parole, ma sono consapevoli del vero significato di questa parola? Spesso light e dietetico vengono erroneamente confusi: “dietetico” indica un prodotto formulato esclusivamente per persone che presentano uno stato fisico non salutare (es alimenti senza colesterolo per coloro che soffrono di ipercolesterolemia) o che necessitano di prodotti arricchiti (es cereali arricchiti con acido folico per le gestanti). Leggi di più a proposito di “Prodotti Light: cosa si nasconde dietro a questa dicitura”

ITALIA – Aranciate con piu’ succo: dal 12 al 20%

Dopo 60 anni storico stop alle aranciate senza arancia con più frutta nelle bibite per l’entrata in vigore del provvedimento nazionale che innalza dal 12% al 20% il contenuto di succo d’arancia delle bevande analcoliche prodotte in Italia e vendute con il nome dell’arancia a succo o recanti denominazioni che a tale agrume si richiamino. Lo rende noto la Coldiretti in occasione dell’applicazione delle disposizioni contenute nella legge 161 del 30 ottobre 2014 che scattano dal 6 marzo trascorsi dodici mesi dal perfezionamento con esito positivo della procedura di notifica alla Commissione Europea del provvedimento in materia di bevande a base di succhi di frutta come richiamato dal comunicato della Presidenza del Consiglio del 24/5/17. Leggi di più a proposito di ITALIA – Aranciate con piu’ succo: dal 12 al 20%

[Video – EFSA] Valori di riferimento per la dieta e linee guida dietetiche

Una dieta equilibrata è quella che apporta le giuste quantità di nutrienti ed energia per la salute e il benessere. I valori di riferimento per la dieta (DRV) costituiscono l’insieme completo di raccomandazioni e valori nutrizionali di riferimento, quali gli apporti di riferimento per la popolazione, il fabbisogno medio, il livello di assunzione adeguato e la soglia inferiore di assunzione. I DRV possono essere utilizzati, ad esempio, come base per definire i valori di riferimento nelle etichette alimentari e per determinare linee guida alimentari espresse in termini di alimenti (FBDG). Le FBDG traducono raccomandazioni nutrizionali in messaggi su cibo e dieta e possono aiutare i consumatori a scegliere cosa mangiare, oltre che a compiere scelte dietetiche salutari. Leggi di più a proposito di [Video – EFSA] Valori di riferimento per la dieta e linee guida dietetiche

Italia, Decreto interministeriale per origine etichetta latte e prodotti trasformati

latte

Il Governo ha firmato il decreto interministeriale per l’origine in etichetta per il latte e i prodotti trasformati. Una tappa storica per il mondo dei produttori, degli allevatori italiani e di tutto il sistema lattiero caseario italiano, un comparto che vale più di 20 miliardi di euro. Con questo decreto i consumatori potranno essere pienamente informati e l’indicazione chiara ed evidente dell’origine della materia prima valorizzerà il lavoro di più di 34mila allevatori che costituiscono il cuore pulsante di questo settore. Leggi di più a proposito di Italia, Decreto interministeriale per origine etichetta latte e prodotti trasformati

Salute, evitiamo prodotti con Mono e Digliceridi degli acidi grassi

palm_oil_no_thankLe etichette dei prodotti non sono facilmente comprensibili e sono molti i consumatori che non hanno una minima conoscenza del mondo dell’industria alimentare, e dei tanti additivi utilizzati. Prendiamo in esame gli EMULSIONANTI, in particolare i Mono e Digliceridi degli acidi grassi. Che cosa sono ed a che servono ? Di consueto si nascondono dietro a sigle come E471, E472. La loro funzione è quella di stabilizzare e omogenizzare sostanze che non si mescolano fra loro, per mantenere la morbidezza del prodotto o aumentarne il volume. Si possono trovare in prodotti da forno, gelati, chewingum, cioccolato, prodotti di pasticceria e margarine. Ed ora viene l’orrido. Come sono ottenuti questi grassi? Leggi di più a proposito di Salute, evitiamo prodotti con Mono e Digliceridi degli acidi grassi

Svezia, Carta Termica: scoperta alta concentrazione di BpA

La carta termica di cui sono composti contiene un’alta concentrazione di bisfenolo A (BpA), sostanza chimica dannosa sotto l’aspetto ormonale e suscettibile di causare l’infertilità. “Gli scontrini analizzati contengono in media l’1,5% di BpA”, sostiene il chimico dell’ambiente Tomas Oestberg dell’Istituto Jegrelius. “E’ mille volte più di quanto si trova nei biberon al policarbonato, vietati in molti Paesi”. Leggi di più a proposito di Svezia, Carta Termica: scoperta alta concentrazione di BpA