“Dieta Vegana: le sue virtù in termini di ridotto impatto ambientale”

Dall’ultimo decennio a questa parte, la dieta vegana sta sempre più entrando nel nostro abitudinario collettivo: ristoranti a tema, prodotti presenti, non più solo nei negozi specializzati, ma anche all’interno della grande distribuzione, corner dedicati, cosmetici e vestiti vegan-friendly. Alla base del costante aumento del numero di persone che cambiano la loro alimentazione onnivora troviamo sicuramente un’ideologia ambientalista, eco-friendly. Un tentativo di fare qualcosa di concreto per l’ambiente in cui viviamo, costantemente stra-sfruttato dall’industria, sia che si tratti di quella petrolifera, alimentare che manifatturiera. Leggi di più a proposito di “Dieta Vegana: le sue virtù in termini di ridotto impatto ambientale”

ALIMENTAZIONE, TE’ VERDE GUNPOWDER

Il GUNPOWDER si caratterizza per la foglia arrotolata a mano a ricordare piccole palline di polvere da sparo ( da qui ne deriva il nome inglese “gunpowder”). Tè a basso contenuto di teina, vanta tutte le proprietà salutari dei tè verdi. In tazza il suo colore è giallo intenso. Il profumo ricorda l’erba fresca ed il gusto è deciso, leggermente amarognolo.
QUANDO: mattino per le proprietà depurative, pasteggiando, dopo pasto come ottimo digestivo, pomeriggio, sera. Leggi di più a proposito di ALIMENTAZIONE, TE’ VERDE GUNPOWDER

I grassi nelle diete vegetariane

Le diete vegetariane e in particolare le diete vegane, rispetto alle diete non-vegetariane, hanno tipicamente un contenuto medio di grassi, grassi saturi e colesterolo minore e un maggiore apporto di grassi polinsaturi. Anche una dieta vegana completamente priva di colesterolo risulta adeguata alle esigenze dell’organismo, in quanto tutti i tessuti hanno la capacità di sintetizzare colesterolo in quantità sufficienti alle proprie necessità metaboliche e strutturali, pertanto non risulta necessario assumerlo con la dieta. Leggi di più a proposito di I grassi nelle diete vegetariane

Influenza delle diete vegetariane su malattie, disturbi e altri aspetti della salute

Sovrappeso e Obesità
Vasti studi di popolazione (Adventist Health Study, Adventist Health Study 2, Oxford Vegetarian Study, EPIC-Oxford) hanno rilevato una minore incidenza di sovrappeso e obesità tra i vegetariani – e in particolare tra i vegani – rispetto ai non-vegetariani. Secondo i ricercatori ciò sarebbe dovuto al maggiore consumo di cibi ad alto contenuto di fibra e a bassa densità calorica come verdura e frutta. L’EPIC-Oxford ha dimostrato anche un minore aumento di peso quale conseguenza fisiologica dell’età nell’arco di 5 anni presso i vegani. Una dieta vegana a basso contenuto di grassi ha inoltre dimostrato avere una buona efficacia nel dimagrimento a lungo termine con risultati migliori di quelli ottenuti dalla dieta proposta dal National Cholesterol Education Program. Leggi di più a proposito di Influenza delle diete vegetariane su malattie, disturbi e altri aspetti della salute

Le diete semivegetariane

Tra le diete semivegetariane troviamo quelle seguenti:
dieta flexitariana o part-time vegetariana: alimentazione prevalentemente vegetale che consente, solo occasionalmente, l’uso di cibi di provenienza animale;
dieta falso-vegetariana o week-end vegetariana: sono ammessi alimenti di origine animale, compresa la carne, non più di una/due volte la settimana;
dieta macrobiotica: tipicamente non include carne o latticini e può quindi presentarsi anche come una dieta vegana, ma in alcune forme può comprendere limitate quantità di pesce, oltre a differire notevolmente sotto altri aspetti dalle diete vegetariane più comuni.
Leggi di più a proposito di Le diete semivegetariane

Caratteristiche e proprietà nutritive dell’alimentazione vegana

Elementi proteici. Soia e derivati
Soia: ha un alto contenuto proteico, ricca di sali minerali, vitamine e grassi buoni, priva di colesterolo.
Vi sono vari tipi di soia:

Soia rossa o azuki, ricchissimi di proteine, hanno la proprietà di stimolare la diuresi e rafforzare la funzionalità dei reni;
Nattō: cibo fermentato dal Bacillus subtilis preparato con fagioli di soia gialla lasciati interi, molto digeribile, ricco di proteine, vitamina B2 e B12, ferro e calcio, aiuta la digestione, è ottimo in zuppe e insalate o scottato in padella con shoyu e olio, ha delle proprietà notevoli circa la riduzione del colesterolo; Leggi di più a proposito di Caratteristiche e proprietà nutritive dell’alimentazione vegana

La cucina vegana

La cucina vegana prevede la preparazione di piatti conformi alle regole della dieta vegana, pertanto esclude totalmente l’uso di prodotti animali e loro derivati come carne, pesce, latticini, uova e prodotti di alveare come miele, pappa reale e propoli. La cucina vegana non va confusa con la dieta vegana. Ogni dieta vegana infatti può basarsi esclusivamente su piatti vegani, mentre ogni tipo di alimentazione umana generalista comprende sempre un certo numero di piatti vegani come sottoinsieme. Leggi di più a proposito di La cucina vegana

Prevenzione oncologica: dieta vegetariana o dieta mediterranea?

La patologia neoplastica, secondo alcuni autori, si può definire come un insieme di circa 200 malattie, caratterizzate da un’abnorme crescita cellulare svincolata dai normali meccanismi di controllo dell’organismo. Il cancro purtroppo è una malattia che, nell’era moderna, si sta sempre più diffondendo, probabilmente a causa dell’acquisizione di stili di vita inadeguati rispetto al passato e al maggior inquinamento ambientale. La Fondazione Mondiale per la Ricerca con il Cancro (WCRF) ha stimato che, nel 2012,  la prevalenza  del cancro in tutto il mondo era di  14.1 milioni, dichiarando che dobbiamo aspettarci tale cifra aumenti a 24 milioni ,nel 2035.  In Italia, ogni giorno, circa 1000 persone ricevono una nuova diagnosi di tumore. Leggi di più a proposito di Prevenzione oncologica: dieta vegetariana o dieta mediterranea?