La vitamina B12 e l’acido folico in alimentazione

La vitamina B12, chiamata anche cobalamina per la presenza di uno ione cobalto nella sua struttura molecolare,  ha un ruolo importante in vari processi biochimici che coinvolgono gli acidi grassi, gli amminoacidi e gli acidi nucleici. In particolare, partecipa al metabolismo della metionina, amminoacido fondamentale per la sintesi creatina, carnitina, colina e adrenalina e per la regolazione dell’espressione genetica. In quest’ultima funzione la vitamina B12 è strettamente legata ai folati che compartecipano alla reazione di metilazione del DNA, per cui la carenza di una delle due molecole da manifestazioni cliniche simili. Leggi di più a proposito di La vitamina B12 e l’acido folico in alimentazione

L’integrazione con creatina: indicazioni e limiti

La creatina (C) è presente quasi esclusivamente nel muscolo (95%), sia come forma libera (30-40%), che come fosforillata (CP). Altri organi contenenti creatina sono cuore, cervello, testicoli, retina. In un soggetto maschio di 70 kg la creatina totale stimata è di circa di 120 g con un normale range di variabilità dai 90 ai 160 grammi. Il turnover è del circa 1.5% corrispondente a 2 g al giorno con conversione irreversibile a creatinina. Leggi di più a proposito di L’integrazione con creatina: indicazioni e limiti