AMA sostiene la trasparenza nell’etichettatura e nel packaging degli alimenti

L’American Medical Association (AMA) ha adottato oggi una nuova politica volta ad aumentare la consapevolezza dei consumatori sulla quantità di zuccheri aggiunti, nonché sul tipo di allergeni, nei prodotti alimentari. In particolare, l’AMA sollecita la Food and Drug Administration (FDA) statunitense a sviluppare etichette di avvertenza front-of-package per alimenti ad alto contenuto di zuccheri aggiunti in base al valore giornaliero raccomandato stabilito. La politica incoraggia inoltre la FDA a limitare la quantità di zuccheri aggiunti consentiti da includere nei prodotti alimentari che fanno anche affermazioni sulla salute o sul contenuto di nutrienti sulla parte anteriore dei loro pacchetti. Leggi di più a proposito di AMA sostiene la trasparenza nell’etichettatura e nel packaging degli alimenti

“Pompelmo: un importante alleato durante l’inverno, ma attenzione all’interazione con i farmaci

La Food and Drug Administration (FDA) ha pubblicato un articolo per ricordare ai consumatori che il succo di pompelmo può interagire con alcuni farmaci. Il succo di pompelmo è in grado di interferire con l’assunzione di farmaci attraverso due meccanismi completamente opposti tra loro. La severità dell’interazione dipende dall’individuo, dal farmaco e dalla quantità di succo bevuto. Leggi di più a proposito di “Pompelmo: un importante alleato durante l’inverno, ma attenzione all’interazione con i farmaci

ITALIA – Etichette, parte obbligo di indicare origine dei derivati del pomodoro

Carta d’identita’ ben precisa dall’aprile 2018 per conserve e concentrato, sughi e salse composti almeno per il 50% da derivati del pomodoro. A dettare le nuove condizioni commerciali e’ l’entrata in vigore dell’obbligo di indicazione in etichetta dell’origine dei derivati del pomodoro attraverso un decreto interministeriale pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 26 febbraio.  Leggi di più a proposito di ITALIA – Etichette, parte obbligo di indicare origine dei derivati del pomodoro

AUSTRALIA – Heinz multata per informazioni ingannevoli su zuccheri in merendine per bambini

Al colosso alimentare Heinz e’ stato ordinato dalla Corte federale australiana di pagare penali per 2,25 milioni di dollari australiani (quasi un milione e mezzo di euro), che lo ha dichiarato colpevole di “condotta ingannevole” sul contenuto di zucchero negli spuntini per bambini piccoli, presentandoli alimenti sani mentre contenevano piu’ del 60% di zucchero. La Corte ha stabilito che Heinz ha ingannato il pubblico sul contenuto nutritivo della sua gamma detta Little Kids Shredz, diretta ai bambini da uno a tre anni. Leggi di più a proposito di AUSTRALIA – Heinz multata per informazioni ingannevoli su zuccheri in merendine per bambini

“Prodotti Light: cosa si nasconde dietro a questa dicitura”

I prodotti Light sono ormai presenti in tutti i negozi di alimentari, sia piccola che grande distribuzione organizzata (GDO). I consumatori sono attratti dalla dicitura light, impressa sulle confezioni in grassetto e con carattere superiore alle altre parole, ma sono consapevoli del vero significato di questa parola? Spesso light e dietetico vengono erroneamente confusi: “dietetico” indica un prodotto formulato esclusivamente per persone che presentano uno stato fisico non salutare (es alimenti senza colesterolo per coloro che soffrono di ipercolesterolemia) o che necessitano di prodotti arricchiti (es cereali arricchiti con acido folico per le gestanti). Leggi di più a proposito di “Prodotti Light: cosa si nasconde dietro a questa dicitura”

INTEGRATORI ALIMENTARI LIFE120, OLTRE 500MILA EURO DI SANZIONI

L’Autorità ha concluso un procedimento istruttorio nei confronti dei professionisti che vendono e promuovono gli integratori alimentari “Life 120” attraverso il sito Internet Life120.it e la trasmissione televisiva “Il cerca salute”, diffusa sul territorio nazionale da numerose emittenti televisive locali. In esito all’istruttoria svolta, l’Autorità ha accertato due condotte scorrette: la prima, concernente la divulgazione di informazioni ingannevoli sulle caratteristiche degli integratori alimentari venduti dalla società Life 120 Italia S.r.l.s., presentati invece come idonei a determinare o favorire effetti benefici o curativi anche di gravi malattie, senza alcun fondamento scientifico. Leggi di più a proposito di INTEGRATORI ALIMENTARI LIFE120, OLTRE 500MILA EURO DI SANZIONI

U.E. – Centro contro frodi alimentari inaugurato dalla Commissione

Per rispondere alle preoccupazioni dei consumatori circa la qualita’ degli alimenti e le pratiche fraudolente in campo alimentare, la Commissione europea inaugura domani un centro di conoscenze sulle frodi alimentari e la qualita’ degli alimenti che sara’ gestito dal Centro comune di ricerca. Il centro di conoscenze, una rete formata da esperti reclutati all’interno e all’esterno della Commissione, offrira’ il proprio sostegno ai responsabili politici e alle autorita’ nazionali dell’UE mettendo a disposizione e condividendo i piu’ recenti dati scientifici nel settore delle frodi alimentari e della qualita’ degli alimenti. Leggi di più a proposito di U.E. – Centro contro frodi alimentari inaugurato dalla Commissione

ITALIA – Acqua minerale. 90,3% la bevono

Acqua sì, ma minerale. Il 90,3% degli italiani beve acqua minerale, il 79,7% ne beve almeno mezzo litro al giorno. Negli ultimi vent’anni, tra il 1995 e il 2016, c’è stato un boom dei consumatori di 19 punti percentuali (e quelli che ne bevono almeno mezzo litro al giorno sono aumentati del 36%). Oggi sono 49 milioni gli italiani che bevono acqua minerale: 8 milioni in più rispetto a vent’anni fa. Mentre nella crisi gli italiani tagliavano le spese (i consumi pro-capite sono diminuiti del 5,3% nel periodo 2008-2016), i consumatori di acqua minerale aumentavano dall’87,2% al 90,3% della popolazione, e quelli che ne bevono almeno mezzo litro al giorno dal 75,2% al 79,7%. Leggi di più a proposito di ITALIA – Acqua minerale. 90,3% la bevono

ITALIA – Aranciate con piu’ succo: dal 12 al 20%

Dopo 60 anni storico stop alle aranciate senza arancia con più frutta nelle bibite per l’entrata in vigore del provvedimento nazionale che innalza dal 12% al 20% il contenuto di succo d’arancia delle bevande analcoliche prodotte in Italia e vendute con il nome dell’arancia a succo o recanti denominazioni che a tale agrume si richiamino. Lo rende noto la Coldiretti in occasione dell’applicazione delle disposizioni contenute nella legge 161 del 30 ottobre 2014 che scattano dal 6 marzo trascorsi dodici mesi dal perfezionamento con esito positivo della procedura di notifica alla Commissione Europea del provvedimento in materia di bevande a base di succhi di frutta come richiamato dal comunicato della Presidenza del Consiglio del 24/5/17. Leggi di più a proposito di ITALIA – Aranciate con piu’ succo: dal 12 al 20%

U.E. – Centro contro frodi alimentari inaugurato dalla Commissione

Per rispondere alle preoccupazioni dei consumatori circa la qualita’ degli alimenti e le pratiche fraudolente in campo alimentare, la Commissione europea inaugura domani un centro di conoscenze sulle frodi alimentari e la qualita’ degli alimenti che sara’ gestito dal Centro comune di ricerca. Il centro di conoscenze, una rete formata da esperti reclutati all’interno e all’esterno della Commissione, offrira’ il proprio sostegno ai responsabili politici e alle autorita’ nazionali dell’UE mettendo a disposizione e condividendo i piu’ recenti dati scientifici nel settore delle frodi alimentari e della qualita’ degli alimenti. Leggi di più a proposito di U.E. – Centro contro frodi alimentari inaugurato dalla Commissione