30 nomi di rari frutti tropicali. Li conoscete?

I frutti esotici sono sempre più ricercati perché piace a provare cose nuove, nuovi sapori, deliziosi e unici. In alcuni paesi è possibile trovare questi alimenti da paesi tropicali come la Giamaica, il Paraguay o l’Indonesia. Potresti pensare di aver provato molti di loro, ma in realtà ci sono molti frutti in tutto il mondo e nuove varietà appaiono costantemente. Leggi di più a proposito di 30 nomi di rari frutti tropicali. Li conoscete?

Riso rosso e riso nero sono ricchi di sostanze fitochimiche, ma nutrizionalmente non differiscono molto dai bianchi

Il mercato italiano offre già diversi tipi di riso. Rosso, nero, selvatico, hick e arboricolo sono alcuni di loro. Per quanto riguarda i nutrienti, secondo Isabel Massaretto, una borsista postdottorato collegato al Centro di ricerca alimentare (FoRC), i tipi di nero e rosso non differiscono molto dal riso integrale bianco. Isabel ha conseguito un master e un dottorato in Scienze alimentari, analizzando le caratteristiche nutrizionali e le proprietà funzionali del riso. “Il riso integrale, sia bianco, rosso o nero, ha più proteine e più fibra di bianco lucido, ma la composizione di tutto il bianco, nero e rosso, in termini di sostanze nutritive e minerali, non è molto diverso,” dice. Leggi di più a proposito di Riso rosso e riso nero sono ricchi di sostanze fitochimiche, ma nutrizionalmente non differiscono molto dai bianchi

Abelmoschus esculentus

Il gombo (Abelmoschus esculentus (L.) Moench) è una specie appartenente alle Malvacee ed affine alla specie Abelmoschus moschatus e agli ibischi. È una pianta originaria dell’Africa tropicale e coltivata nei paesi caldi. È conosciuta anche come ocra od okra (in altre lingue gombeau, gombault, okro) e anche bāmiyā in Egitto[1] ed in Etiopia. In alcune regioni del Brasile è nota con il nome di quiabo. Leggi di più a proposito di Abelmoschus esculentus

Malpighia glabra – Acerola: integratore alimentare di vitamina C

L’acerola (Malpighia glabra L. ) è una pianta che cresce spontanea in America centrale e meridionale, soprattutto in Brasile e in Porto Rico. Dopo il frutto di Terminalia ferdinandiana quello di acerola è il più ricco di vitamina C; contiene inoltre vitamina B6, B1 e A, flavonoidi e minerali (ferro, calcio, fosforo, potassio e magnesio). Il frutto di questa pianta, comunemente conosciuto come “ciliegia delle Indie Occidentali” o “ciliegia di Barbados”, ha un diametro di 1–2 cm e, pur assomigliando molto alla ciliegia europea, al suo interno presenta degli spicchi, come il mandarino. Leggi di più a proposito di Malpighia glabra – Acerola: integratore alimentare di vitamina C

U.E., Dati su consumo carne

conscarn

Nel mondo, secondo gli ultimi dati disponibili, si allevano circa 1 miliardo e 300 milioni di bovini, 2 miliardi e 700 milioni di ovini e caprini, 1 miliardo di suini, 12 miliardi di polli e galline e altro pollame. In alcuni paesi ‘emergenti’, come il Brasile o l’India, il consumo e’ cresciuto e continua a crescere, mentre in Europa si registra un calo dell’1%. In testa ai consumi la Francia seguita dall’Italia dove dagli anni 60 ad oggi i consumi sono costantemente aumentati (+180%) fino al 2011 per poi calare bruscamente passando dai 95kg pro capite annui agli 88 kg. Ogni anno in Italia si macellano circa 4.700.000 bovini di cui la meta’ italiani e la meta’ importati. Leggi di più a proposito di U.E., Dati su consumo carne