U.E. – Plastiche monouso. Parlamento Europeo: entro 2021

Il Parlamento europeo ha approvato il divieto al consumo nell’Unione di alcuni prodotti in plastica monouso, che costituiscono il 70% dei rifiuti marini, per un totale di 150 milioni di tonnellate nei nostri oceani. Ogni anno, la Commissione europea stima che tra le 4,8 e le 12,8 tonnellate finiscano in mare ogni anno. La nuova normativa, se approvata in via definitiva, vietera’ a partire dal 2021 la vendita all’interno dell’Ue di articoli in plastica monouso, come posate, bastoncini cotonati, piatti, cannucce, miscelatori per bevande e bastoncini per palloncini. Leggi di più a proposito di U.E. – Plastiche monouso. Parlamento Europeo: entro 2021

USA – Coca-Cola dice no alla cannabis: non siamo interessati

Coca-Cola non ha piani per entrare nel settore della cannabis. “Non e’ qualcosa a cui siamo interessati”, ha detto il Ceo James Quincey nella call a commento dei conti. Il mese scorso erano circolate voci che il colosso delle bibite stesse studiano la categoria di prodotti non psicoattivi legati al cannabidiolo e che fosse in trattative con il produttore canadese Aurora Cannabis. Leggi di più a proposito di USA – Coca-Cola dice no alla cannabis: non siamo interessati

ITALIA – Aranciate con piu’ succo: dal 12 al 20%

Dopo 60 anni storico stop alle aranciate senza arancia con più frutta nelle bibite per l’entrata in vigore del provvedimento nazionale che innalza dal 12% al 20% il contenuto di succo d’arancia delle bevande analcoliche prodotte in Italia e vendute con il nome dell’arancia a succo o recanti denominazioni che a tale agrume si richiamino. Lo rende noto la Coldiretti in occasione dell’applicazione delle disposizioni contenute nella legge 161 del 30 ottobre 2014 che scattano dal 6 marzo trascorsi dodici mesi dal perfezionamento con esito positivo della procedura di notifica alla Commissione Europea del provvedimento in materia di bevande a base di succhi di frutta come richiamato dal comunicato della Presidenza del Consiglio del 24/5/17. Leggi di più a proposito di ITALIA – Aranciate con piu’ succo: dal 12 al 20%

Cosa mi manca scambiando succo di frutta naturale con altro artificiale?

Dal punto di vista nutrizionale, sostituire il succo naturale con qualsiasi altra bevanda a base di frutta non è un buon affare, anche se, in virtù della praticità, il consumo di nettari, soda pronte, bevande analcoliche in polvere e altre bevande di questo tipo non si ferma crescere. Secondo l’Associazione brasiliana di bibite analcoliche e bevande analcoliche (ABIR), nel 2014 il consumo pro capite di queste bevande era di 180,3 litri (la categoria comprende acque minerali, bevande a base di soia, tè pronti da bere, energico, isotonico, nettari, bevande analcoliche, bibite pronte da bere, bibite e succhi concentrati). Leggi di più a proposito di Cosa mi manca scambiando succo di frutta naturale con altro artificiale?

Alimentazione e carie, prevenire e curare senza andare dal dentista? Verità o bufala?

Sembra assurdo, ma si può invertire la caria naturalmente, facendo quanto segue:
Rimuovere tutti i cibi e bevande contenenti zucchero (dolci, biscotti, merende, bibite, ecc) e non aggiungere zucchero per dolcificare. Usare la Stevia che è l’unico dolcificante naturale che non contribuisce alla carie, ma anzi pulisce i denti!
Rimuovere l’acido fitico: impedisce l’assimilazione dei minerali e inibisce gli enzimi. Si trova nei cereali, legumi e frutta a guscio. Leggi di più a proposito di Alimentazione e carie, prevenire e curare senza andare dal dentista? Verità o bufala?

Perturbatori endocrini. ‘Il problema e’ la dose interna a cui l’umano e’ soggetto’

Deodoranti, profumi, maquillage, creme, shampoo… Lo scorso 7 giugno la rivista dell’associazione UFC-Que choisir ha allertato contro 1000 prodotti cosmetici, ed ha denunciato essenzialmente le “miscele esplosive” rilevate in alcuni prodotti, che accumulano vari perturbatori endocrini. Tra questi, l’associazione ne ha individuati 23 che contengono nelle loro formule delle sostanze “rigorosamente vietate” e comunque in vendita sul mercato.
Per André Cicolella, tossicologo e ricercatore francese in sanita’ ambientale, occorre “eliminare i perturbatori endocrini alla fonte poiche’ non sono gestibili per le dosi”.
Domanda. Cosa vi fa conoscere di piu’ questo nuovo studio? Leggi di più a proposito di Perturbatori endocrini. ‘Il problema e’ la dose interna a cui l’umano e’ soggetto’

Alimentazione in gravidanza

La qualità dell’alimentazione materna durante la gravidanza è uno dei fattori che può influenzare in maniera significativa la salute della gestante durante tale periodo e quella del nascituro. È quindi opportuno prestare attenzione all’alimentazione della futura mamma, già a partire dal periodo pre-concezionale, cioè prima del concepimento, fino a tutto il periodo in cui il bambino verrà allattato al seno. Ecco una serie di consigli dedicati alla donna in gravidanza per mangiare bene e in modo sano. Leggi di più a proposito di Alimentazione in gravidanza

[Salute] Troppo fruttosio fa male?

Merendine, succhi di frutta, bibite gassate. “Innocenti evasioni” che però nascondono un nemico subdolo e insidioso. Soprattutto per i bambini. Un nemico che ha un nome dolce, fruttosio. Lo zucchero della frutta, che oggi viene molto usato nell’industria alimentare perché meno costoso, più dolce del saccarosio e senza potere cariogeno. Inoltre ha la caratteristica di avere un indice glicemico basso, cioè a parità di dose i livelli di glucosio nel sangue aumentano meno rispetto a quelli del saccarosio. Leggi di più a proposito di [Salute] Troppo fruttosio fa male?