Caratteristiche e proprietà nutritive dell’alimentazione vegana

Elementi proteici. Soia e derivati
Soia: ha un alto contenuto proteico, ricca di sali minerali, vitamine e grassi buoni, priva di colesterolo.
Vi sono vari tipi di soia:

Soia rossa o azuki, ricchissimi di proteine, hanno la proprietà di stimolare la diuresi e rafforzare la funzionalità dei reni;
Nattō: cibo fermentato dal Bacillus subtilis preparato con fagioli di soia gialla lasciati interi, molto digeribile, ricco di proteine, vitamina B2 e B12, ferro e calcio, aiuta la digestione, è ottimo in zuppe e insalate o scottato in padella con shoyu e olio, ha delle proprietà notevoli circa la riduzione del colesterolo; Leggi di più a proposito di Caratteristiche e proprietà nutritive dell’alimentazione vegana

La carenza di ferro nello sportivo

Il ferro è un minerale, cofattore di numerose proteine, il cui ruolo principale nel nostro organismo è quello di trasportare l’ossigeno ai vari organi. Nello specifico la maggior parte del ferro presente in circolo (68%) è legato all’emoglobina, proteina plasmatica che veicola l’ossigeno dai polmoni ai tessuti. La restante parte del ferro è legata alla ferritina (proteina di riserva) alla mioglobina (riserva di ferro a livello muscolare) e in piccola parte a diversi enzimi coinvolti in vari processi biochimici come la respirazione cellullare, sintesi di energia tramite ATP, sintesi di neurotrasmettitori (dopamina e serotonina) e di mielina (cofattore per la vasodilazione e trasmissione nervosa). Leggi di più a proposito di La carenza di ferro nello sportivo

Maca delle Ande (Lepidium meyenii)

La maca veniva considerata come un dono degli dei, nelle tribù precolombiane del Perù, come da numerosi ritrovamenti archeologici. Inoltre si coltivava come alimento, e a volte era usata nel condimento delle cerimonie di danza religiosa. Il frate Antonio Vásquez de Espinoza, in una descrizione dell’anno 1598, fa menzione del consumo di questa pianta da parte delle popolazioni locali, che la utilizzavano come un forte ricostituente afrodisiaco, capace di aumentare il desiderio sessuale tanto negli uomini che negli animali, e in particolare modo di promuovere la fertilità.  Leggi di più a proposito di Maca delle Ande (Lepidium meyenii)

La vitamina B12 e l’acido folico in alimentazione

La vitamina B12, chiamata anche cobalamina per la presenza di uno ione cobalto nella sua struttura molecolare,  ha un ruolo importante in vari processi biochimici che coinvolgono gli acidi grassi, gli amminoacidi e gli acidi nucleici. In particolare, partecipa al metabolismo della metionina, amminoacido fondamentale per la sintesi creatina, carnitina, colina e adrenalina e per la regolazione dell’espressione genetica. In quest’ultima funzione la vitamina B12 è strettamente legata ai folati che compartecipano alla reazione di metilazione del DNA, per cui la carenza di una delle due molecole da manifestazioni cliniche simili. Leggi di più a proposito di La vitamina B12 e l’acido folico in alimentazione

Ciclismo femminile e cicli mestruali

Nell’ambito dell’attività endurance ciclistica, dalla bici da corsa alla MTB sino al DH, la principale delle attenzioni che vengono rivolte dalle donne è al ciclo mestruale, in quanto riguarda o la comparsa di un suo andamento irregolare (oligomenorrea) o la sospensione di questo per un periodo che va oltre i 90 giorni (amenorrea). Leggi di più a proposito di Ciclismo femminile e cicli mestruali