Tarassaco. Interazioni farmacologiche

Il tarassaco (Taraxacum officinale), noto anche come Dente di leone o Soffione, è una pianta erbacea perenne, utilizzata per il trattamento di disturbi epatici quali litiasi biliare (azione preventiva), colecistopatia ed insufficienza epatica. Le parti utilizzate sono le radici il cui uso prevede il trattamento di reumatismi, gotta, eczema cronico (come depurativo), obesità, ipoacidità gastrica, inappetenza e turbe digestive in genere. Il Tarassaco è ritenuto infine un blando lassativo (favorisce l’evacuazione delle feci) e un lenitivo delle infiammazioni emorroidali (1). Leggi di più a proposito di Tarassaco. Interazioni farmacologiche

Valori di riferimento dietetici: magnesio e fosforo

L’EFSA ha proposto un’adeguata assunzione (AI) di magnesio e fosforo come parte della sua revisione in corso dei valori dietetici di riferimento nell’Unione europea. Il magnesio è un cofattore di oltre 300 reazioni enzimatiche, come la sintesi di carboidrati, lipidi, acidi nucleici e proteine, ed è necessario per azioni specifiche in vari organi nei sistemi […]

Omega-3 e omega-6

L’acido linoleico (LA) e l’acido alfa-linolenico (ALA), acidi grassi rispettivamente della famiglia degli omega-6 (ω-6) e degli omega-3 (ω-3), non sono sintetizzati dall’organismo e vanno obbligatoriamente introdotti con la dieta, per questo sono definiti acidi grassi essenziali. Gli ω-6 sono ampiamente diffusi in natura, ben rappresentati in semi, noci, cereali e legumi, nei vegetariani così […]

Alimenti cotti. Furani e danni epatici

L’esposizione dei consumatori a furano e metilfurani, nei prodotti alimentari, potrebbe causare possibili danni di lungo termine al fegato. Il furano e i relativi derivati sono contaminanti chimici che si formano naturalmente durante il trattamento termico degli alimenti, compresa la cottura. Tali sostanze sono sempre state presenti negli alimenti cotti o riscaldati. I furani si formano da una molteplicità di sostanze naturalmente presenti negli alimenti, come la vitamina C, i carboidrati, gli amminoacidi, gli acidi grassi insaturi e i carotenoidi. Leggi di più a proposito di Alimenti cotti. Furani e danni epatici

Funzioni biologiche degli enzimi

Gli enzimi portano a termine una gran quantità di funzioni all’interno degli organismi viventi. Una delle caratteristiche più importanti degli enzimi è la possibilità di lavorare in successione, creando un pathway metabolico. Nei pathway, ogni enzima utilizza il prodotto della reazione precedente come substrato. È la presenza degli enzimi a determinare i passaggi del pathway: senza enzimi, il metabolismo non passerebbe attraverso gli stessi passaggi e non sarebbe in grado di generare prodotti a una velocità sufficiente per le esigenze della cellula. Leggi di più a proposito di Funzioni biologiche degli enzimi

Amminoacidi essenziali nell’alimentazione umana

Gli amminoacidi essenziali sono quegli amminoacidi che un organismo vertebrato non è in grado di sintetizzare da sé in quantità sufficiente e che quindi deve assumere con l’alimentazione. Ogni amminoacido può essere indicato con una terna di lettere oppure con la sua iniziale, per esempio: glicina = GLY oppure G. Leggi di più a proposito di Amminoacidi essenziali nell’alimentazione umana

Qual è dunque il modo corretto di consumare la frutta?

La prima regola è di non mangiarla mai a fine pasto, ma sempre a stomaco vuoto. Se voi imparerete a mangiare tanta frutta, e a farlo nel modo corretto, essa giocherà un ruolo basilare nella detossificazione del vostro sistema corporale, e metterà a vostra disposizione una enorme quantità di energia utile a farvi perdere eventuale sovrappeso e a condurre al meglio tutte le altre migliorie corporali.  Leggi di più a proposito di Qual è dunque il modo corretto di consumare la frutta?

Suddivisione degli oligoelementi in nutrizione umana

Gli oligoelementi sono elementi chimici presenti solo in tracce nell’organismo umano, in genere rilevati da studi dell’ultimo quarto del ventesimo secolo per l’evoluzione delle tecnologie analitiche. Gli studi si sono poi succeduti fino all’individuazione, se esistente, delle molecole biologiche, in genere metalloproteine e vitamine, interagenti con gli stessi oligoelementi. Spesso di questi elementi non si conosce la localizzazione molecolare o la funzione biochimica, se esistente. Leggi di più a proposito di Suddivisione degli oligoelementi in nutrizione umana

Funzioni ed economia di sostanze

In contrasto con l’opinione pubblica vigente, le sostanze consumate con il cibo non servono principalmente alla produzione energetica, ma alla crescita, allo sviluppo e alla manutenzione dell’organismo. Il metabolismo energetico fa evidentemente parte di queste funzioni ma non è centrale: alla fine di tutti i processi metabolici strutturali, funzionali e di scorta, le sostanze utilizzabili vengono trasformate in energia. Leggi di più a proposito di Funzioni ed economia di sostanze

Proteine e amminoacidi

Le proteine sono composte da lunghissime catene di -NH-HC’R-CO- dove il residuo R legato al carbonio C’ varia ogni volta. Ogni frammento isolato (H)-NH-HC’R-CO-(OH) è detto amminoacido, e gli amminoacidi costituenti le proteine di interesse biologico sono circa una ventina. La proteina è definita non solo dagli aminoacidi che entrano nella sua composizione, ma anche dal loro ordine, per cui la variabilità delle proteine è immensa. Una determinata proteina viene costruita dai ribosomi in base al corrispondente mRNA che contiene le istruzioni per legare gli aminoacidi nel giusto ordine. Leggi di più a proposito di Proteine e amminoacidi