[Salute] Prodotti repellenti per insetti

Le zanzare che circolano in Italia appartengono a 67 specie: esistono le diurne e le notturne, però le responsabili delle punture sono solo le femmine. Le zanzare individuano le loro “vittime” umane, rilevando il biossido di carbonio proveniente dalla respirazione.ma come si legge in un articolo su the Proceedings of the National Academy of Science, anche un’altra sostanza è implicata in questo irresistibile effetto calamita che vede esseri umani e uccelli fra i bersagli preferiti.

La sostanza, il nonanale, è un’aldeide, un composto organico noto per il suo profumo di frutta e fiori che viene usato nell’industria profumiera ma che anche la nostra pelle emette naturalmente. La scoperta è importante per sviluppare tecniche di controllo delle zanzare e delle malattie che queste trasmettono.

In altre zone del pianeta questi insetti sono responsabili della diffusione di malattie mortali per gli esseri umani. Malaria, Virus del Nilo Occidentale, febbre gialla, dengue e altre infezioni colpiscono mezzo miliardo di persone l’anno sulla superficie del pianeta. La malaria viene trasmessa da zanzare del genere Anopheles, genere rappresentato in Italia dalle specie Anopheles labranchiae e Anopheles superpictus.

Gli uccelli sono il “deposito” di questa malattia: le zanzare prelevano il virus quando succhiano il sangue di questi animali e lo trasmettono a molte altre specie fra cui l’uomo, ma anche cavalli, cani, gatti, pipistrelli, scimmie, puzzole, scoiattoli e conigli.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, circa 781.000 persone sono morte di malaria nel 2009 in tutto il mondo, di cui il 90% in Africa e il 92% erano bambini sotto i cinque anni. I ricercatori dell’ Università della Florida, negli Stati Uniti, hanno misurato il grado di protezione di diversi prodotti. Secondo i risultati dello studio, pubblicato sul New England Journal of Medicine, quello che funziona meglio è la “N,N-dietiltoluamide”, una sostanza dal nome complicato, ma che è impiegata da quasi cinquant’ anni nei prodotti più noti in commercio.

Quali sono però i prodotti repellenti naturali ?
rimedi alternativi e molto più naturali! Trovato sul sito infozanzare.info curato da alcuni ricercatori del CNR
– Mettere dell’aceto e qualche fetta di limone in un recipiente a fondo piatto, le zanzare non si avvicineranno.
– Piantare dove possibile, Gerani odorosi e piante di Citronella e di Lavanda, efficaci repellenti naturali dei quali le zanzare non sopportano il profumo.
– La sera, mettere qualche goccia di olio di Neem (mi fa notare Marta che puzza di cipolle bruciate )o di Citronella su candele a base larga.
– Accendere zampironi o incensi al Neem (pianta insetticida indiana).
– Mangiare aglio o peperoncino, danno al sudore un odore sgradito agli insetti.
– Anche l’uso del Lievito di birra in scaglie (un pizzico, come il parmigiano, una volta al giorno, sugli alimenti) pare sia efficace, per il suddetto motivo.
– Altrettanto si ottiene con la vitamina C.
– Esiste una lampadina di colore giallo (il meno amato dalle zanzare) che le tiene alla larga per circa un metro intorno.
– C’è un’intera linea di abiti antizanzara realizzati con un tessuto contenente una resina acrilica repellente che resiste ai lavaggi
– On line, è in vendita per 9,90 euro, un piccolo strumento, da tenere al collo, che promette di tenere lontane le zanzare emettendo ultrasuoni ad una frequenza compresa tra i 5.000 e i 9.000 HZ e si ricarica con i raggi del sole.
– On line si possono acquistare anche scacciazanzare elettronici a rete o a batteria. L’ho appena comprato e funziona benissimo!
– Si dice che ottimo repellente sia l’estratto di bergamotto.
– Come repellente e lenitivo, vale la pena di provare anche l’olio di Andiroba. Viene estratto dai semi del frutto a forma di castagna, della Carapa guaianensis, mediante spremitura a freddo. E’utilizzato dalle popolazioni dell’Amazzonia, per difendersi dagli attacchi degli insetti.
– Anche la cipolla tiene lontane le zanzare, perciò è utile tenere nella stanza in cui si soggiorna, mezza cipolla in un piattino, con applicati sulla superficie dei chiodi di garofano.
Un ottimo repellente per le zanzare è rappresentato anche dal decotto di menta e qualche foglia di basilico che va filtrato e spruzzato sulle parti scoperte del corpo. E’ opportuno tenerlo in frigorifero.

 

Fonti:

1 – infozanzare.info

2 – Che pelle

Autore dell'articolo: Staff Redazione

Staff Redazione - Per contattarci: redazione@nutrizionesalute.info

Lascia un commento