Parlamento europeo, I disastri della coltivazione dell’olio di palma

I principali Paesi produttori che hanno sacrificato il loro ambiente a questa monocultura devastatrice è l’Europa, che ne e’ il secondo piu’ grande importatore con 7 milioni di tonnellate all’anno. L’agricoltura industriale e’ responsabile del 73% della deforestazione mondiale, ben lungi dalla gestione dei boschi, che sia legale o meno. Ma la conversione delle terre in piantagioni di palme da olio e’ la sola all’origine del 40% delle perdite delle foreste naturali intorno al Pianeta, riducendo all’osso il territorio di vita di numerose specie, in modo particolare in Asia e in America Latina. Ben lontano dagli occhi dei consumatori occidentali. Leggi di più a proposito di Parlamento europeo, I disastri della coltivazione dell’olio di palma

Italia, Pesticidi: Inquinamento acque superficiali in elevato aumento

Gli erbicidi sono ancora le sostanze più rinvenute, soprattutto a causa dell`utilizzo diretto sul suolo, spesso concomitante con i periodi di maggiore piovosità di inizio primavera, che ne determinano un trasporto più rapido nei corpi idrici superficiali e sotterranei. Rispetto al passato è aumentata notevolmente la presenza di fungicidi e insetticidi, soprattutto perché è aumentato il numero di sostanze cercate e la loro scelta è più mirata agli usi su territorio. Leggi di più a proposito di Italia, Pesticidi: Inquinamento acque superficiali in elevato aumento

Germania, Diserbante nelle birre tedesche ?

Un’analisi dell’Istituto per l’ambiente di Monaco, il cui test ha coinvolto 14 marche fra le più note in Germania, ha registrato la presenza del GLIFOSATO(1) fra 0,46 e 29,74 microgrammi per litro, nei casi più estremi quasi 300 volte superiori a 0,1 microgrammi, che è il limite consentito dalla legge per l’acqua potabile. Leggi di più a proposito di Germania, Diserbante nelle birre tedesche ?