Fruttarismo: Aspetti nutrizionistici e rischi di deficit

Nel 1971 B.J. Meyer condusse due studi sul fruttarismo. Il primo studio aveva ad oggetto un insegnante di 45 anni che affermava di aver mangiato solo frutta nei 12 anni precedenti, il soggetto venne trovato in un “eccellente stato di salute”. Un secondo studio a breve-termine venne pubblicato sul South Africa Medical Journal descrivendo come miglioravano i profili lipidici e le tolleranze al glucosio con una particolare dieta fruttariana. Uno studio del 2010 presentava invece il fruttarismo come un disturbo dell’alimentazione che causò nel paziente anche una chetoacidosi.

Il fruttarismo è più restrittivo del veganismo, aumentando ulteriormente la possibilità di inadeguatezza nutrizionale.

L’Health Promotion Program (Programma sulla Promozione della Salute) della Columbia University riporta che una dieta fruttariana può causare carenze di calcio, proteine, ferro, zinco, vitamina D, la maggior parte delle vitamine B (in particolare della B12), e acidi grassi essenziali. È dunque fondamentale nell’intraprendere una dieta fruttariana farlo sotto stretto controllo medico, facendo analisi periodiche ed affidandosi alle verifiche di un medico esperto in nutrizione. Alle prime manifestazioni di eventuali malesseri o disturbi insoliti, ogni dieta fruttariana va immediatamente sospesa.

La vitamina B12, un prodotto batterico, non si trova in nessun frutto. Come rileva il National Institutes of Health degli USA “la fonte alimentare naturale della vitamina B12 è limitata ai cibi che provengono dagli animali”. Come per i vegani, i fruttariani possono avere il bisogno di includere degli integratori specifici nella loro dieta per non rischiare la carenza della vitamina B12 che è causa di patologie gravi, anche con danni neurologici all’organismo irreversibili.

La posizione dei nutrizionisti è che i bambini non devono seguire alcuna dieta fruttariana perché la crescita e lo sviluppo sono a rischio. I problemi nutrizionali includono: malnutrizione energetica, carenze di proteine, di una vasta gamma di vitamine e minerali, in particolare ferro e calcio, di acidi grassi essenziali e di fibre grezze,

Alcuni sostenitori del fruttarismo, di diete che possono essere considerate fruttariane o di uno stile di vita che, in parte, include una dieta di frutta, sono stati:

August Engelhardt,
Arnold Ehret,
Raymond W. Bernard
Anne Osborne,
Essie Honiball, ha aderito alla dieta fruttariana solo per un certo periodo[68],
Steve Jobs, avrebbe praticato una dieta fruttariana per un certo periodo.
Alcuni, come Johnny Lovewisdom, hanno sperimentato diverse diete, come il fruttarismo succoso o liquidarismo (solo il succo dei frutti) e, infine, il vitarianismo (frutta, verdura, e derivati del latte).

Ashton Kutcher, che l’ha provata prima delle riprese del film biografico su Steve Jobs, è stato ricoverato d’urgenza per problemi al pancreas, presentando valori delle analisi alterati.

Figure storiche
Mohandas Karamchand Gandhi ha sostenuto una dieta fruttariana per 5 anni. La dieta è stata interrotta a causa della pleurite, una condizione preesistente, dopo le pressioni del Dr. Jivraj Mehta.
Ben Klassen, fondatore del Movimento Creatività, e autore di The White Man’s Bible sostenitore di una dieta fruttariana che include frutta, verdure e noci.
Idi Amin, il dittatore dell’Uganda, divenne un fruttariano in Arabia Saudita durante l’esilio.

Biografia
^ Adapted from a talk by John McArdle, Ph.D, Humans are Omnivores, Vegetarian Resource Group. URL consultato il 29 dicembre 2007.
^ Squam Lakes Natural Science Center, NatureWorks, New Hampshire Public Television. URL consultato il 24 marzo 2009.
^ “Baby death parents spared jail”. BBC News, September 14, 2001. Accessed March 31, 2011.
^ Alice!, Health Promotion Program at Columbia University, Health Services at Columbia, August 23, 2002. “Go Ask Alice!: Fruitarian teens”. Accessed May 20, 2008.
^ “Baby death parents spared jail”. BBC News, September 14, 2001. Accessed March 31, 2011.
^ Satya June/July 03: Raw History by Rynn Berry, satyamag.com.
^ “ahim-sa” – “the Hindu and Buddhist doctrine of refraining from harming any living being”, Merriam-Webster’s Online Dictionary, Ahimsa – Definition and More from the Free Merriam-Webster Dictionary.

Fonte: Wikipedia

Autore dell'articolo: Federico Mattaliano

Giornalista reporter freelance - direttore di varie testate

Lascia un commento