Erbe contraccettive, quali sono i loro rischi

Le pillole contraccettive non solo aiutano a controllare la maternità , ma sono anche un metodo per regolare gli squilibri ormonali , combattere l’acne, ecc. Questo li rende molto consumati dalle donne, poiché la maggior parte delle volte non vengono menzionate altre alternative per questo, né si parla degli effetti collaterali che i contraccettivi possono avere; in alcuni casi sono correlati a problemi di fertilità femminile. Le erbe contraccettive, quindi , sono un’opzione naturale per queste, ma sono anche un rimedio domestico per curare i dolori mestruali.

Tra i metodi che vengono utilizzati in aggiunta a queste erbe è il calendario o noto anche come Fatturazione, dove viene analizzato il muco cervicale per sapere quali giorni sono fertili e quali no.

Le erbe contraccettive che cosa sono e come usarle

Tra le erbe contraccettive c’è la cicoria, delle foglie tenere, quella che contiene levulosio e inulina, i carboidrati che migliorano le funzioni del fegato, ricordando che questo a sua volta colpisce l’utero; Questa pianta può essere bevuta in un caffè di cicoria particolarmente indicato per gli uomini. Dal momento che puoi servire a rendere il seme seminale temporaneamente sterile, almeno questo è stato dimostrato in uno studio in cui ai ratti maschi veniva somministrato un infuso di estratto secco in polvere dalle loro radici, che dopo una settimana e mezzo aveva un numero considerevole di sperma sterile.

Chilco è anche considerato uno dei più a base di erbe contraccettivo che grazie alle loro proprietà non solo aiuta a ridurre la febbre, anche esso aiuta a curare regole sono poche, oltre ad alleviare i crampi mestruali; per sfruttare le sue proprietà si dovrebbe preparare un’infusione con i suoi rami e foglie, che dovrebbero essere consumati regolarmente. Prezzemolo è disponibile e foglie arricciate aromatizzato lenzuola morbide e piatte, essendo un erba che viene utilizzato principalmente per insaporire piatti, ma tra le sue proprietà è la sua capacità di migliorare il dolore mestruale e rendere più cicls regolari mestruali a L’infuso di prezzemolo può aiutare a controllare le nascite, ma non l’olio essenziale di prezzemolo.

Altre erbe contraccettive sono l’assenzio , il vinagrillo o il culle colorado, il chilco, il natre, il rosmarino e il molle o la strada. Mentre le erbe che oltre ad essere contraccettivi aiutano a controllare i dolori mestruali sono camomilla, semi di cumino, foglie di menta e rametti di origano. Quelli che dovrebbero essere presi tre volte al giorno, quindi il disagio del periodo mestruale può diminuire; preparando le infusioni di foglie e fiori dell’erba scelta, quando si usano le foglie e le parti sottili è possibile inserire 5 foglie in una tazza di acqua bollente, lasciare riposare 10 minuti. Ma se usi semi, cortecce e radici, dovresti bollirne una manciata per una tazza d’acqua.

Rischi e precauzioni delle erbe contraccettive
Un modo per mettere da parte l’industria farmaceutica che ha sempre effetti collaterali sul corpo e sulla salute, è ricorrere a alternative naturali come le erbe contraccettive . Quelli che aiutano a regolare la fertilità, ma poiché è un’opzione naturale, hanno bisogno di più controllo e attenzione ai segnali del corpo, devi sapere chiaramente quali sono i giorni della maggior fertilità; per questo un calendario può aiutare a calcolare questi giorni, a seconda del ciclo di ogni donna.

È importante sapere che i metodi contraccettivi naturali e le pillole non sono efficaci al 100% e tutto dipenderà dal modo in cui il trattamento è seguito, per questo è necessario rispettare gli orari, quindi un trattamento può essere più efficace. Inoltre, tra i rischi delle erbe contraccettive è che non impediscono le malattie a trasmissione sessuale, in questo senso solo il preservativo o preservativo aiuta a prevenire malattie di questo tipo, in quanto agisce da barriera.

Le erbe contraccettive possono essere utilizzate se il ciclo dura 28 giorni o più , poiché sono adattate alla diversità di corpi e cicli. Essendo meno invasivi sono un’opzione per molte donne che soffrono con gli effetti collaterali delle pillole, ma per essere efficaci devono usare bene le piante e in combinazione con altri metodi naturali, come il metodo del calendario o il metodo del muco cervicale, è È consigliabile utilizzare queste piante con queste per avere una maggiore efficienza.

Fonte: BuenaSalute

Autore dell'articolo: Elisabetta Andorlini

Giornalista reporter freelance

Lascia un commento