[Emmegipress] Accordo di riservatezza collaboratori, staff, consulenti, sponsor, partner

Quanto sotto viene applicato a chiunque collabora ai progetti editoriali di Emmegipress sui quali, la nozione di “Informazioni riservate” è tutto ciò che comprende ogni informazione, e/o documentazione, e/o materiale e/o strumento e/o programma di ricerca e di sviluppo fornita da una parte all’altra, o comunque acquisita da una delle parti, direttamente o indirettamente, su qualsiasi supporto (a titolo esemplificativo ma non esaustivo supporto cartaceo, elettronico), chiaramente segnalata come “riservata”, “proprietaria” o indicata con diciture simili apposte con lo scopo di indicare la natura riservata e/o confidenziale dell’informazione stessa.

La natura riservata delle informazioni può anche riguardare gli studi e le analisi elaborati da una parte sulla base delle informazioni riservate fornite dall’altra parte.

Ogni informazione orale deve sempre essere considerata riservata, così come le informazioni riguardanti terze parti.

Ciascuna Parte si impegna a non utilizzare le informazioni riservate per scopi direttamente e/o indirettamente per propri fini commerciali e personali.

Ciascuna Parte si impegna a non divulgare le informazioni riservate a terze parti o ai collaboratori a vario titolo di terze parti, salvo che tali parti terze o i loro collaboratori a vario titolo siano direttamente coinvolti nell’analisi del Progetto anche quali consulenti di una Parte.

Qualora sia necessario coinvolgere parti terze per lo svolgimento delle attività di programmazione editoriale del progetto faremo sottoscrivere un impegno alla riservatezza.

In caso di divulgazione illegittima delle informazioni riservate la responsabilità per i danni arrecati sarà a carico dei rispettivi soggetti che hanno creato il danno.

Pertanto, riepilogando:

Ogni Parte si impegna a prendere ragionevoli misure per proteggere la segretezza ed evitare la diffusione delle informazioni riservate ricevute in base al presente Accordo di Riservatezza.

Per trattare le informazioni riservate ricevute dall’altra parte ogni Parte dovrebbe utilizzare almeno quelle misure usate per i propri documenti più riservati ed assicurarsi che tutte le persone che hanno accesso a tali informazioni riservate siano vincolate a riservatezza.

Ogni Parte dovrà valutare in base a uno standard di normale ragionevolezza e diligenza, che deve essere misurato sulla base della natura e del tipo di informazione trattata e/o ricevuta, i metodi da essa utilizzati per la tutela della riservatezza delle informazioni riservate e sensibili.

Qualora a una tale analisi i metodi utilizzati per la tutela delle informazioni riservate dovessero risultare inadeguati alla natura e al tipo di informazioni ricevute e trattate, la Parte dovrà adottare per le informazioni riservate ricevute dall’altra Parte, sistemi che, secondo uno standard di normale ragionevolezza e diligenza, risultano adeguati alla tutela della riservatezza del tipo di informazione di cui si tratta, pena la sua responsabilità per tutti i danni arrecati all’altra parte dalla divulgazione delle informazioni oggetto del presente accordo.

Nel caso in cui ciascuna Parte abbia il diritto di interrompere unilateralmente e discrezionalmente l’analisi del Progetto, le Parti rimarranno comunque vincolate al rispetto della riservatezza con riferimento alle informazioni acquisite per lo svolgimento della collaborazione.

La dichiarazione di nullità o invalidità di una o più previsioni contenute nel presente Accordo di Riservatezza non comporterà la nullità o invalidità dell’Accordo di Riservatezza nel suo complesso o delle rimanenti pattuizioni in esso contenute, che dovranno essere interpretate in modo da raggiungere effetti economici e sostanziali il più possibile prossimi a quelli derivanti dal testo originario dell’Accordo di Riservatezza.

Tutte le informazioni riservate che sono state comunicate da una Parte all’altra, su qualsiasi supporto, e tutte le copie in possesso dell’altra Parte, rimangono di proprietà della Parte comunicante e devono essere restituite o distrutte prontamente dietro richiesta scritta della Parte comunicante. Vale comunque l’obbligo di mantenere la riservatezza sul loro contenuto.

Ciascuna Parte prende atto che ogni violazione delle previsioni dell’Accordo di Riservatezza può causare danni irreparabili all’altra parte, dandole il diritto ad un risarcimento economico, fatto salvo ogni altro rimedio legale previsto dalla normativa di tempo in tempo vigente.

Il trattamento di eventuali dati personali e sensibili ricompresi tra le informazioni riservate dovrà avvenire nel rispetto della normativa vigente in materia, in particolare del decreto legislativo n. 196 del 30 giugno 2003 (“Codice in materia di protezione dei dati personali”) e sue successive modificazioni.

Per ogni disputa riguardante l’Accordo di Riservatezza, comprese quelle inerenti la sua validità, sarà competente il Tribunale di Firenze.

Questo documento è pubblicato affinché ogni collaboratore, consulente, sponsor, partner, è a conoscenza e si adegui alle regole indicate di riservatezza delle informazioni, pertanto non potrà avvalersi del fatto di non esserne a conoscenza.

L’Editore

Autore dell'articolo: Federico Mattaliano

Giornalista reporter freelance - direttore di varie testate

Lascia un commento