“Diete di moda: perché è meglio evitarle per la nostra salute”

La fine del 2018 è ormai vicina e come ogni anno la British Dietetic Association ha pubblicato la classifica delle diete alimentari più dannose. Le feste natalizie si avvicinano ed i programmi televisivi, le testate giornalistiche ed on-line si preparano a creare servizi e/o articoli ad hoc per farci “tornare in forma” dopo le classiche abbuffate natalizie.

E così ogni anno assistiamo al proliferare di diete assurde, sponsorizzate da questa o quella celebrità e seguite poi in massa dalla gente comune, disposta a tutto pur di dimagrire, denuncia la portavoce della British Dietetic Association, organizzazione che ogni anno implacabilmente stila la classifica delle peggiori diete dell’anno.

Spicca la ormai famosa Dieta Dukan, squilibrata a favore delle proteine, è confusa, estremamente rigida e con troppi effetti collaterali, fra cui spossatezza, stitichezza.

Alla ribalta anche la NEC che prevede un regime di dieci giorni a base di liquidi (vitamine e lassativi) somministrati tramite un sondino. Una dieta riservata ai malati gravi e dunque assolutamente inadatta ai sani, tanto più che i chili persi (anche 10) vengono immediatamente riacquistati appena si ricomincia a mangiare normalmente (come nella maggior parte delle diete di moda che promettono una perdita veloce di molti chili, senza però accennare minimamente al loro ritorno su la bilancia appena si abbandonano le regole imposte e si ritorna ad alimentarsi in modo normale).

Troviamo poi la Party Girl IV Drip Diet, che prevede il consumo di un cocktail di vitamine, magnesio e calcio. I rischi? Non da poco: svenimenti, infezioni, infiammazioni fino allo shock anafilattico.

Tra i giovanissimi troviamo invece la dieta dell’alcoressia, largamente seguita durante i week-end: si assimila pochissimo cibo, massimo 800 calorie, ed il resto bevendo alcool.

Esiste anche la 6 Weeks to OMG Diet“: sei settimane di isolamento con colazione a base di caffè nero alle 10 di mattina; a seguire, una ferrea attività fisica e bagni ghiacciati per bruciare calorie; infine un’alimentazione a base di sole proteine.

Se si vuole perdere peso bisogna fare scelte più salutari, seguire diete varie e nutrizionalmente bilanciate con porzioni appropriate, seguiti da personale qualificato ed essere fisicamente attivi.

 

Dott.ssa Carolina Margheri – Biologa Nutrizionista e Farmacista

 

Fonti:

https://www.altroconsumo.it/alimentazione/fare-la-spesa/news/light

https://www.wikonsumer.org/rubriche/salute/cibi-dietetici

Autore dell'articolo: Carolina Margheri

Biologa Nutrizionista Farmacista - Master di 2° livello in 'Nutrizione e Dietetica'. Per contattare la Dr.ssa, inviare una mail a: redazione@nutrizionesalute.info

Lascia un commento