[Ciclismo e Sport] Segni del sovrallenamento: Febbre dopo corsa

L’uomo è dotato di un centro di termoregolazione (nell’ipotalamo) che ha l’obbiettivo di mantenere costante la termodispersione ed i meccanismi di termogenesi. In pratica il corpo umano dispone di un sofisticato termostato che ha lo scopo di mantenere la temperatura corporea stabile attorno ai 37 °C. Cosa accade quando si ha un allenamento eccessivo da Sport?

La temperatura corporea sale troppo o permane alta a lungo, quindi è normale avere una temperatura sopra i 37,5 °C , per diverse ore dopo l’allenamento od una gara.

Questo evento fisico avviene, in prevalenza nei principianti perché hanno una scarsa esperienza e allenamento quindi il risultato è frequenti “febbri da corsa”, soprattutto se, nell’ottica di bruciare le tappe, l’atleta cerca di tirare a ogni allenamento; nei soggetti molto allenati è invece il sovrallenamento la causa di febbre da corsa.

Come sapere se l’atleta ha raggiunto il sovrallenamento? Vi sono dei segnali inequivocabili, come la mancanza di riposo notturno regolare poiché ciò va a interferire con i ritmi circadiani del nostro organismo. Per rilassarsi e favorire il sonno, alla sera provare a fare un buon bagno caldo con i sali di Epsom che, essendo ricchi di magnesio e solfato, aiutano il rilassamento muscolare e contribuiscono a espellere più efficacemente le tossine dal corpo.

Il sovrallenamento può portare a una diminuzione della produzione di altri ormoni, come le catecolamine, che possono influenzare il sistema nervoso simpatico. In questo modo si facilita un aumento dello stress.

Le gambe pesanti è un’altro segnale in quanto significa che il corpo non ha recuperato a sufficienza. I muscoli inoltre non sono stati riparati completamente, dopo l’ultima corsa, e questo può essere rischioso per una buona formazione della muscolatura. In alcuni strumenti GPS come il Garmn Edge 1000 esiste un sistema che calcola il tempo di recupero, collegato alla fascia cardio.

Nel momento in cui si incrementa la mole di allenamento, bisogna dare al proprio organismo il tempo necessario per guarire dalle microlesioni.

Nel caso di sovrallenamento leggero di consueto bastano 24/48 ore per recuperare, altrimento per quello intenso, il consiglio è quello di prendersi una pausa dalla propria routine di corsa di almeno tre settimane. Nei casi più gravi, il corpo potrebbe avere bisogno fino a uno o due mesi di riposo assoluto, per dargli modo di recuperare completamente.

Autore dell'articolo: Federico Mattaliano

Giornalista reporter freelance - direttore di varie testate

Lascia un commento