Cibo per tonificare l’addome e altri consigli

La dieta è la chiave per mostrare un addome tonico , non solo gli esercizi cardiovascolari e localizzati possono aiutarci nel compito di uno stomaco piatto; La scelta dei cibi giusti è fondamentale . Quando si segue una dieta per tonificare l’ addome , è necessario mantenere un programma, motivo per cui nel corso della giornata vengono consumate più porzioni ma di piccole dimensioni. L’ideale è mantenere orari definiti come colazione alle 08:00, merenda mezza mattina alle 11:00, pranzo alle 13:00, merenda pomeridiana alle 16:00, merenda alle 18:00 : 00 ore e cena alle 8:00 pm.

Non è consigliabile mangiare dopo 20 ore in modo che il processo di digestione non sia lento durante la notte, anche se puoi bere infusioni a casa da fame, come uno yogurt scremato o un bicchiere di latte scremato.

Cibo per tonificare l’addome e come scegliere il cibo
Tutto il cibo per tonificare l’addome deve contenere proteine ​​di alta qualità come tacchino, pollo, pesce, tagli magri di carne rossa, latticini a basso contenuto di grassi e uova. Oltre ai carboidrati di alta qualità, la chiave è scegliere di non eliminare i carboidrati dalla dieta, idealmente cereali integrali, cereali integrali, riso integrale, piani integrali, frutta e verdura fanno parte della dieta, perché provengono da alta qualità e ideale per tonificare il corpo, perché forniscono l’energia necessaria quando si eseguono sessioni di allenamento.

Molte volte crediamo che per tonificare il corpo dobbiamo eliminare i grassi dalla nostra dieta, ma non è questo il caso, dovremmo sempre preferire i grassi sani perché sono essenziali per il corretto funzionamento del nostro organismo; Per questo dovresti consumare grassi come olio di pesce, olio di colza, olio d’oliva, semi e noci.

Integratori naturali si svolgono in una dieta per tonificare l’ addome perché hanno la proprietà di prendersi cura dei muscoli, ovviamente ogni persona ha esigenze diverse, quindi è sempre bene consultare uno specialista sull’uso di questi supplementi. Dove i più utilizzati sono lievito di birra, magnesio, collagene, silicio, spirulina e erba di grano. Quelli che favoriscono l’eliminazione dei grassi e la formazione dei muscoli dopo l’allenamento quotidiano.

Un esempio di menu in base agli alimenti citati è:

Colazione: pane integrale con miele, ricotta e semi.

Mezza mattina e mezza in ritardo : un frutto o una manciata di noci.

Pranzo: pollo senza pelle con verdure saltate

Snack: uno yogurt con le noci

Cena: una crema di verdure e frittata

Un’altra opzione è quella di mangiare uno yogurt frullato, banane e noci per la prima colazione, frittelle di mais con formaggio fresco a metà mattina, pasta integrale con crema di funghi e parmigiano pranzo, pane di grano integrale con un cucchiaio di burro di arachidi non salato a spuntino e quinoa con verdure e omelette a cena.

Consigli e trucchi che aiutano a segnare l’ addome

Gli esercizi sono fondamentali per un ventre piatto come il cibo per tonificare l’addome, ma un trucco per aiutarvi a ottenere risultati più velocemente è quello di esercitare il bacino, esercizi di Kegel sono molto buone per rafforzare i muscoli trasversali, che agisce come una cintura invisibile. D’altra parte è consigliabile non trattenere il respiro, perché i muscoli addominali hanno bisogno di ossigeno per funzionare alla massima capacità, così si dovrebbe assumere un inalazione la parte più difficile dell’esercizio ed espirare quando si esercita di più in attività .

Gli addominali sono molto popolari per marcare l’area, ma è importante lavorare in tutte le dimensioni non è bene fare sempre gli stessi esercizi addominali, dal momento che il corpo ha la capacità di adattarsi agli esercizi; questo fa sì che non si compiano progressi nei risultati. All’interno della routine dovresti ruotare il corpo e spostarlo lateralmente per aiutare a bruciare il grasso più velocemente e segnare l’ addome .

Si consiglia inoltre di utilizzare accessori di peso, che è molto utile per esercizi come ad esempio deadlifts; I manubri non sono solo utili per esercitare le braccia. Infine, è bene incorporare gli squat nella routine perché non servono solo a rafforzare le gambe e le natiche, ma aiutano anche a lavorare sull’addome.

Fonte: Buena Salude

Autore dell'articolo: Staff Redazione

Staff Redazione - Per contattarci: redazione@nutrizionesalute.info

Lascia un commento