Alimenti che contengono Selenio

Questo micronutriente costituisce una parte importante degli enzimi antiossidanti che proteggono le cellule dagli effetti dei radicali liberi. I radicali liberi sono sottoprodotti del metabolismo dell’ossigeno che possono danneggiare le cellule e contribuire allo sviluppo di alcune patologie croniche. Molti studi confermano la capacità del selenio, come antiossidante, nel contribuire a prevenire patologie croniche quali tumori e malattie cardiache. Il selenio è inoltre essenziale per il normale funzionamento del sistema immunitario e della ghiandola tiroidea.

Gli alimenti vegetali sono le principali fonti di selenio nella maggior parte dei paesi del mondo. Il contenuto di selenio degli alimenti dipende dalla ricchezza di selenio del suolo nel quale crescono le piante o sul quale sono allevati gli animali. Il selenio si trova anche in alcuni tipi di carne e pesce. Le più affidabili indicazioni fornite nei LARN (Livello di Assunzione Raccomandata per i Nutrienti) indicano in poco più di 50 microgrammi la quantità di selenio che, assunta giornalmente, è in grado di soddisfare, nell’adulto, i fabbisogni.

La carenza di selenio non provoca di per sé condizioni patologiche; tuttavia, può rendere l’organismo più suscettibile a malattie causate da altri stress di tipo alimentare, biochimico o infettivo. Alti livelli di selenio nel sangue (superiori a 100 ^g/dL) possono provocare una condizione denominata selenosi con sintomi quali: disturbi gastrointestinali, perdita di capelli, unghie bianche con macchie, alitosi, stanchezza, irritabilità e lievi danni al sistema nervoso. La tossicità da selenio è rara, anche nelle zone che presentano alti livelli di selenio nel suolo. I pochi casi registrati sono stati associati con errori di formulazione di integratori a livello di industrie farmaceutiche.

RUOLO: costituisce una parte importante degli enzimi antiossidanti che proteggono le cellule dagli effetti dei radicali liberi; protegge da alcuni degli effetti neurologici della carenza di iodio, contribuisce a prevenire patologie croniche quali tumori e malattie cardiache

CARENZA: suscettibilità a malattie causate da altri stress di tipo alimentare, biochimico o infettivo; aumenta gli effetti negativi della carenza di iodio sulle funzioni tiroidee.

ALIMENTI: frattaglie e pesci (20-100^g/100g), carni e cereali (50-80 ^g /100g), prodotti lattiero caseari (2-10 ^g /100g). La frutta e le verdure presentano un contenuto variabile in rapporto al terreno di coltivazione, ma comunque basso (livelli inferiori a 5 g /100g).

Fonte

-+-
Alcuni alimenti che contengono Selenio per 100gr di prodotto.

Polipo, in umido 89.6 mcg
Semolino 89.4 mcg
Uovo, tuorlo essiccato 86.8 mcg
Fegato di ovino, crudo 82.4 mcg
Tonno in salamoia, sgocciolato 80.4 mcg
Rene di vitello 80 mcg
Germe di grano 79.2 mcg
Crusca di grano 77.6 mcg
Tonno sottolio, sgocciolato 76 mcg
Tonno sottolio, senza sale 76 mcg
Salmone rosso, affumicato 76 mcg
Sgombro, sotto sale 73.4 mcg
Aragosta, cotta 73.1 mcg
Spaghetti integrali crudi 73 mcg
Fegato di tacchino 70.8 mcg
Kamut crudo 69.3 mcg
Pesce spada, cotto 68.5 mcg
Fegato d’oca 68.1 mcg
Alici o acciughe sott’olio 68.1 mcg
Carne di anatra, cruda 67 mcg
Pancetta di maiale, al microonde 65.8 mcg
Caviale 65.5 mcg
Pancetta di maiale, saltata in padella 65 mcg
Aragosta 63.6 mcg
Pasta di semola 63.2 mcg
Spaghetti crudi 63.2 mcg
Maccheroni surgelati 63.2 mcg
Pancetta di maiale, cotta 62 mcg
Pancetta di maiale, basso contenuto di sodio 62 mcg
Pancetta di maiale, basso contenuto di sodio 62 mcg
Farina di frumento tipo 00 61.8 mcg
Milza di vitello 61.7 mcg
Aragosta, in umido 59.2 mcg
Pancetta di maiale, arrosto 59 mcg
Aringa marinata 58.5 mcg
Pesce spada 57.4 mcg
Uovo, tuorlo 56 mcg
Zenzero macinato 55.8 mcg
Halibut, cotto 55.4 mcg
Cosciotti di pollo, crudi 55.3 mcg
Cereali, Kellogg’s Special K 54.9 mcg
Fegatini di pollo 54.6 mcg
Fegato di suino 52.7 mcg
Sardine sottolio 52.7 mcg
Aringa affumicata 52.6 mcg
Calamaro, cotto 51.8 mcg
Orecchie di mare, fritte 51.8 mcg
Uova di pesce, disidratate 51.7 mcg
Sgombro, cotto 51.6 mcg
Hamburger con pesce e salsa tartara 50.6 mcg
Merluzzo nero, affumicato 50.2 mcg
Gambero, cotto 49.5 mcg
Gamberetti, in barattolo 47.5 mcg
Aringa, cotta 46.8 mcg
Cefalo muggine, cotto 46.8 mcg
Tonno, cotto 46.8 mcg
Sgombro sott’olio 46.8 mcg
Rombo, cotto 46.8 mcg
Pesce lupo, cotto 46.8 mcg
Cernia, cotto 46.8 mcg
Salmone esiccato 46.8 mcg
Spigola 46.8 mcg
Barretta cioccolato al latte, dietetica 46.7 mcg
Pizzelle 46.2 mcg
Aragosta 46.2 mcg
Salmone in umido 46.2 mcg
Pate di pollo, in scatola 46.1 mcg
Funghi secchi 46.1 mcg
Halibut 45.6 mcg
Coscia di maiale, arrosto 45.3 mcg
Lombo di maiale, senza osso, magro, alla griglia 45.3 mcg
Crusca, cruda 45.2 mcg
Aliotide 44.8 mcg
Seppia 44.8 mcg
Cozze 44.8 mcg
Polipo 44.8 mcg
Calamaro 44.8 mcg
Lombata di maiale cotta 44.4 mcg
Lombo di maiale, magro, brasato 44.3 mcg
Lonza di maiale 44.1 mcg
Sgombro o maccarello 44.1 mcg
Pita 44 mcg
Pate d’oca, affumicato, in scatola 44 mcg
Pate di fegato affumicato 44 mcg
Lombo di maiale, senza osso, alla griglia 43.6 mcg
Costolette di maiale magre cotte 43.1 mcg
Tagliolini, chow mein (ricetta cinese) 43 mcg
Carne di manzo sotto sale, in scatola 42.9 mcg
Eglefino, affumicato 42.9 mcg
Granchio, in barattolo 42.9 mcg
Medusa, sotto sale 42.2 mcg
Lombo di maiale, senza osso, magro, brasato 42.1 mcg
Lombo di maiale, brasato 41.8 mcg
Gambero, impanato e fritto 41.7 mcg
Pate di tartufo 41.6 mcg
Salmone atlantico, cotto 41.4 mcg
Lombo di maiale, magro, arrosto 41.2 mcg
Coscia di tacchino arrosto 41.1 mcg

—–

Autore dell'articolo: Staff Redazione

Staff Redazione - Per contattarci: redazione@nutrizionesalute.info

Lascia un commento